Menu
Cerca

Occhio ai truffatori dei finti incidenti

Occhio ai truffatori dei finti incidenti
Cronaca 22 Marzo 2016 ore 17:56

La settimana scorsa più anziani sono stati contattati sul telefono di casa da sedicenti avvocati/ carabinieri che riferivano di incidenti stradali in cui erano stati coinvolti i figli per cui erano necessari 4.000 euro da consegnare subito in caserma/tribunale per irregolarità assicurative/ferimento di terze persone.

I malviventi, nel qualificarsi come legali, talvolta fornivano generalità e recapiti telefonici di fantasia quindi invitavano la vittima a contattare il 112 per verificare l’accaduto. Gli anziani riagganciavano e componevano il 112 convinti di contattare, sicuramente e sopra ogni ragionevole dubbio i carabinieri.

Attenzione!!! I truffatori non interrompevano la chiamata e quindi gli anziani, dopo aver riagganciato e composto il 112, interloquivano nuovamente con un malfattore che si qualificava come carabiniere e, ovviamente, confermava quanto precedentemente detto circa il presunto incidente stradale e la richiesta di denaro.

Tutti gli anziani hanno prontamente reagito per cui i truffatori non sono riusciti nel loro intento. Ad ogni buon fine si ricorda che:

-            I carabinieri non richiedono MAI E PER NESSUN MOTIVO DENARO CONTANTE E/O PREZIOSI;

-            In caso di dubbio non abbiate fretta, TEMPOREGGIATE e VERIFICATE quanto vi dicono;

-            Se il contatto è avvenuto telefonicamente, se possibile chiamate con un altro telefono il 112;

-            Ricordate che, per NESSUN MOTIVO, È NECESSARIO VERSARE URGENTEMENTE IN CASERMA/TRIBUNALE somme di denaro.

La settimana scorsa più anziani sono stati contattati sul telefono di casa da sedicenti avvocati/ carabinieri che riferivano di incidenti stradali in cui erano stati coinvolti i figli per cui erano necessari 4.000 euro da consegnare subito in caserma/tribunale per irregolarità assicurative/ferimento di terze persone.

I malviventi, nel qualificarsi come legali, talvolta fornivano generalità e recapiti telefonici di fantasia quindi invitavano la vittima a contattare il 112 per verificare l’accaduto. Gli anziani riagganciavano e componevano il 112 convinti di contattare, sicuramente e sopra ogni ragionevole dubbio i carabinieri.

Attenzione!!! I truffatori non interrompevano la chiamata e quindi gli anziani, dopo aver riagganciato e composto il 112, interloquivano nuovamente con un malfattore che si qualificava come carabiniere e, ovviamente, confermava quanto precedentemente detto circa il presunto incidente stradale e la richiesta di denaro.

Tutti gli anziani hanno prontamente reagito per cui i truffatori non sono riusciti nel loro intento. Ad ogni buon fine si ricorda che:

-            I carabinieri non richiedono MAI E PER NESSUN MOTIVO DENARO CONTANTE E/O PREZIOSI;

-            In caso di dubbio non abbiate fretta, TEMPOREGGIATE e VERIFICATE quanto vi dicono;

-            Se il contatto è avvenuto telefonicamente, se possibile chiamate con un altro telefono il 112;

-            Ricordate che, per NESSUN MOTIVO, È NECESSARIO VERSARE URGENTEMENTE IN CASERMA/TRIBUNALE somme di denaro.