«Non perdono Dimitri, che resti indietro»

«Non perdono Dimitri, che resti indietro»
29 Luglio 2017 ore 11:39

«Non doveva uccidere la mia bambina. Non lo perdono per quello che ha fatto, deve pagare e stare dentro, marcire dentro. Devono buttare via le chiavi perche? io l’ho sempre trattato come un figlio. Non doveva tagliare la gola a mia figlia…». Rompe il silenzio Fabrizio Preti, padre di Erika, 28 anni, la commessa di Pralungo uccisa in Sardegna. Lo fa con Retebiella Tv dopo che il fidanzato della figlia, Dimitri Fricano, ha confessato d’aver commesso il delitto.
Valter Caneparo
Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 29 luglio 2017 

 

«Non doveva uccidere la mia bambina. Non lo perdono per quello che ha fatto, deve pagare e stare dentro, marcire dentro. Devono buttare via le chiavi perche? io l’ho sempre trattato come un figlio. Non doveva tagliare la gola a mia figlia…». Rompe il silenzio Fabrizio Preti, padre di Erika, 28 anni, la commessa di Pralungo uccisa in Sardegna. Lo fa con Retebiella Tv dopo che il fidanzato della figlia, Dimitri Fricano, ha confessato d’aver commesso il delitto.
Valter Caneparo
Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 29 luglio 2017 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno