manifestazione

No Tav, sabato presidio a Biella per l’attivista Dana Lauriola

Contro la condanna a due anni.

No Tav, sabato presidio a Biella per l’attivista Dana Lauriola
28 Ottobre 2020 ore 09:29

No Tav, sabato presidio a Biella per l’attivista Dana Lauriola. Contro la condanna a due anni.

No Tav, presidio a Biella

Il Gruppo Biellese NO TAV organizza per SABATO 31 Ottobre, ai Giardini Zumaglini di Biella, dalle 15 alle 18, un presidio di solidarietà per Dana Lauriola e per tutte/i le/gli attiviste/i No Tav, colpiti dalla repressione giudiziaria.
“Saremo in piazza per protestare contro l’ennesima assurda condanna a ben due anni di carcere inflitta a Dana Lauriola – dicono i No Tav biellesi – impegnata attivista la cui unica colpa è stata quella di aver illustrato, con un megafono in mano, le ragioni di una manifestazione organizzata di fronte ai caselli autostradali e durante la quale gli automobilisti sono stati fatti transitare, per solo una mezz’ora, senza far loro pagare il pedaggio (un danno all’impresa di soli 800/900 euro, già restituito alla Sitaf che di milioni ne guadagna ogni anno a centinaia )”.
Tra le altre 300 persone presenti a quel presidio vi era anche Nicoletta Dosio, già condannata ad un anno di detenzione ed ora ai domiciliari per ragioni di salute.
“La Procura della Repubblica di Torino – proseguono i No Tav –  da tempo si accanisce contro la pacifica resistenza attuata in Val Susa: sono migliaia i procedimenti e centinaia gli imputati colpiti da ogni sorta di restrizioni, dal divieto di dimora al ritiro della patente all’arresto, in un crescendo che riteniamo sia arrivato alla fase della pura persecuzione politica, con evidente sproporzione tra la pena comminata ed i fatti contestati. La stessa Amnesty International Italia, così come pure Greenpeace si sono espresse chiedendo la revisione di questi provvedimenti e comunque, la concessine delle misure alternative alla detenzione in carcere . Crediamo che le condanne inflitte alle/agli attiviste/i NO TAV rientrino in un disegno repressivo ed autoritario che mira a colpire il dissenso e le lotte sociali praticati e condotti da coloro che si oppongono allo scellerato sfruttamento ambientale, dei beni comuni, del lavoro e delle persone. Invitiamo pertanto chi ha a cuore libertà e giustizia a manifestare con noi vicinanza e solidarietà a Dana e a tutte le vittime di repressione e di persecuzione politica Gruppo Biellese NO TAV”.
Aderiscono al presidio: il Comitato Territoriale ARCI Biella ; Circolo Biellese di Legambiente “Tavo Burat”; ANPI Valle Elvo e Serra; Rifondazione Comunista Biellese; Partito Marxista Leninista Italiano-Biella; Coordinamento Biella Antifascista; Ass. Ciclofficina Thomas Sankara.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità