Musulmano semina il panico in chiesa Inneggiava all'Islam.

Musulmano semina il panico in chiesa Inneggiava all'Islam.
Cronaca 09 Aprile 2017 ore 23:00

È entrato in chiesa con addosso uno zaino, inneggiando all’Islam ed è scoppiato il panico tra i fedeli. E’ successo ieri mattina poco prima della messa, nella chiesa di San Sebastiano a Biella. Per bloccarlo sono intervenuti carabinieri e polizia. Ora un profugo di 33 anni in Italia con un permesso umanitario,  si trova ricoverato nel reparto di psichiatria dell’ospedale di Ponderano. Verrà denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e turbamento di funzioni religiose, un reato punibile con la reclusione fino a tre anni. Tra i primi a cercare di bloccarlo anche un vicebrigadiere dei carabinieri in servizio al Corpo Forestale dello Stato: una donna che è rimasta ferita ed è dovuta ricorrere alle cure mediche del personale del 118.
Shama Ciocchetti
Ampio servizio su Eco di Biella in edicola domani

È entrato in chiesa con addosso uno zaino, inneggiando all’Islam ed è scoppiato il panico tra i fedeli. E’ successo ieri mattina poco prima della messa, nella chiesa di San Sebastiano a Biella. Per bloccarlo sono intervenuti carabinieri e polizia. Ora un profugo di 33 anni in Italia con un permesso umanitario,  si trova ricoverato nel reparto di psichiatria dell’ospedale di Ponderano. Verrà denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e turbamento di funzioni religiose, un reato punibile con la reclusione fino a tre anni. Tra i primi a cercare di bloccarlo anche un vicebrigadiere dei carabinieri in servizio al Corpo Forestale dello Stato: una donna che è rimasta ferita ed è dovuta ricorrere alle cure mediche del personale del 118.
Shama Ciocchetti
Ampio servizio su Eco di Biella in edicola domani