Muore la moglie, il giorno dopo finisce contro un Tir

Muore la moglie, il giorno dopo finisce contro un Tir
01 Dicembre 2014 ore 00:20

A Cavaglià, Alice Castello e a Roppolo, non si parla d’altro. Sono in tanti a pregare per quel giovane, in tanti a sperare che riesca a cavarsela e che tragedia non si aggiunga a tragedia. Sconvolge il rapido susseguirsi degli aventi, drammatici, che hanno sconvolto e distrutto per sempre una giovane famiglia amata e stimata da tutti.
Michele Della Pietra 32 anni, di Cavaglià (ma che da poco abitava ad Alice Castello), è ricoverato da venerdì pomeriggio all’ospedale Maggiore di Novara, in condizioni disperate, per le ferite riportate in un incidente stradale avvenuto lungo la strada che collega Cigliano a Borgo d’Ale, davanti al supermercato “Il Gigante” dove, per cause ancora da accertare da parte dei carabinieri, la sua auto è stata travolta da un Tir. Solo il giorno prima, il giovane aveva partecipato al funerale della giovane moglie, Stefania Capone, 34 anni, che lavorava con il fratello nel’azienda “Roppolo Carni”. Una circostanza che rende ancora più drammatica la vicenda.

LA NOTIZIA COMPLETA LA TROVERETE DOMATTINA SU ECO DI BIELLA

A Cavaglià, Alice Castello e a Roppolo, non si parla d’altro. Sono in tanti a pregare per quel giovane, in tanti a sperare che riesca a cavarsela e che tragedia non si aggiunga a tragedia. Sconvolge il rapido susseguirsi degli aventi, drammatici, che hanno sconvolto e distrutto per sempre una giovane famiglia amata e stimata da tutti.
Michele Della Pietra 32 anni, di Cavaglià (ma che da poco abitava ad Alice Castello), è ricoverato da venerdì pomeriggio all’ospedale Maggiore di Novara, in condizioni disperate, per le ferite riportate in un incidente stradale avvenuto lungo la strada che collega Cigliano a Borgo d’Ale, davanti al supermercato “Il Gigante” dove, per cause ancora da accertare da parte dei carabinieri, la sua auto è stata travolta da un Tir. Solo il giorno prima, il giovane aveva partecipato al funerale della giovane moglie, Stefania Capone, 34 anni, che lavorava con il fratello nel’azienda “Roppolo Carni”. Una circostanza che rende ancora più drammatica la vicenda.

LA NOTIZIA COMPLETA LA TROVERETE DOMATTINA SU ECO DI BIELLA

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità