DOMANI L'ADDIO

Muore a 61 anni Roberto Ficarotta. Tre anni fa il suo appello per il "figlio" Assana Djamanca

Nel febbraio del 2019 minacciò lo sciopero della fame per protestare contro la legge che rischiava di far rimpatriare in Guinea il ragazzo che aveva accolto nella sua casa

Muore a 61 anni Roberto Ficarotta. Tre anni fa il suo appello per il "figlio" Assana Djamanca
Cronaca Valli Mosso e Sessera, 08 Febbraio 2021 ore 14:10

Ha destato grande commozione a Pettinengo dove viveva e nel mondo del volontariato, dove si era fatto apprezzare negli anni passati, la morte a 61 anni di Roberto Ficarotta.

Il suo appello per impedire il rimpatrio del "figlio adottivo" Assana Djamanca

L'uomo era salito alla ribalta nel febbraio del 2019 quando attraverso la Stampa aveva denunciato il rischio di perdere quello che per lui e la sua compagna, Cinzia, dipendente della Ermenegildo Zegna, era diventato come un figlio: Assana Djamarca, che all'epoca aveva   40 anni ed era arrivato in povertà, sbarcato a Lampedusa, tre anni prima, in fuga dalla Guinea, era un bravo ragazzo che viveva con loro. Dopo una prima accoglienza della coop Pacefuturo a Pettinengo, era stato "adottato" da Ficarotta e rischiava di essere espulso per via dei decreti Salvini. Roberto e Cinzia per lui erano da tre anni la sua nuova famiglia: papà e mamma li chiamava.

Roberto Ficarotta, il cui funerale verrà celebrato domani, martedì, alle 15 a Pettinengo,  minacciò lo sciopero della fame e di incatenarsi sotto palazzo Chigi a Roma se gli avessero tolto quel figlio, che ora lo piange con "mamma Cinzia", Fabiana e la "nonna materna" Sandra.