ciclismo in lutto

Morto il campione e imprenditore Celestino Vercelli

Professionista del ciclismo da '69 al '78, amico personale di Eddy Merkcx, creò il marchio di scarpe Vittoria, indossate anche da Marco Pantani

Morto il campione e imprenditore Celestino Vercelli
Cronaca Biella Città, 26 Novembre 2020 ore 17:07

Il mondo dello sport, quello del ciclismo in particolare, e dell’imprenditoria che ha caratterizzato l sua seconda vita professionle, piangono la scomparsa di un grande biellese, Celestino Vercelli, corridore professionista, gregario di tanti campioni del passato come In carriera è stato al fianco di corridori di assoluto livello come Baronchelli, Panizza, Dancelli, Bitossi, Balmamion e   Adriano Pella,  suo compaesano. Tra le gare vinte si ricorda nel ’71, quella di casa, il Giro del Castello a Valdengo e un podio alla Tirreno Adriatico. A fine carriera (fu professionista dal ’69 al ’78)  ha avvito l’attività   imprenditoriale nel ramo dell’abbigliamento sportivo, partendo proprio dalle scarpette da corsa (il marchio Vittoria fu indossato anche da Marco Pantani). Quella di “calzolaio” come amava definirsi fu un’eredità del passato “i miei antenati a fine ottocento erano calzolai” raccontava.  Amico personale di grande campioni del passato, come Eddy Merckx (al centro, con lui nella foto) con cui spesso si incontrava rievocando ricordi degli anni da professionista.

Celestino Vercelli con Eddy Merckx

Da dilettante vestì la maglia dell’Us Vallese, poi dalla stagione ’69 professionista con quella della Sanson e poi della Germanvox. Dalla stagione 1971 è passato alla Scic con la quale è stato fino alla fine della stagione 1976. Le ultime due stagioni con le maglie della Brooklyn e della Intercontinentale. Lascia la moglie  Ileana e i figli Veronica ed Edoardo.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità