lutto

Morta senza funerale, messa sei mesi dopo

Vera Prelle era molto conosciuta in paese: nata a Mosso nel luglio 1929, ex rammendatrice alla Botto Luigi di Valle Mosso, ha lavorato per un periodo anche alla Giletti di Ponzone.

Morta senza funerale, messa sei mesi dopo
21 Ottobre 2020 ore 09:00

Morta senza funerale, messa sei mesi dopo. Vera Prelle era molto conosciuta in paese: nata a Mosso nel luglio 1929, ex rammendatrice alla Botto Luigi di Valle Mosso, ha lavorato per un periodo anche alla Giletti di Ponzone.

Morta senza funerale, messa sei mesi dopo

Vera Prelle è una delle centinaia di persone morte durante il picco di Covid-19. Lei non era positiva al tampone, ma è comunque stata ricoverata in ospedale per altri problemi di salute. Spentasi ad aprile, sepolta senza funerale a causa delle rigidissime norme per il contenimento del contagio, ora – a sei mesi di distanza da quel lutto – le figlie Luciana e Brunetta hanno deciso di dedicarle una messa, che si è svolta lunedì nella chiesa parrocchiale di Croce Mosso. Un gesto d’amore il loro, per donarle ciò che non ha potuto avere: la vicinanza dei suoi cari negli ultimi istanti di vita.

Vera Prelle era molto conosciuta in paese: nata a Mosso nel luglio 1929, ex rammendatrice alla Botto Luigi di Valle Mosso, ha lavorato per un periodo anche alla Giletti di Ponzone, dove lavorava anche il marito, Dario Valle, storico presidente dell’Inter Club di Biella.

Leggi l’articolo completo su Eco di Biella in edicola

Torna alla home per leggere tutte le notizie

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità