lutto

Morta a 19 anni Veronica Franco, studentessa che ha incantato a Tu Si Que Vales

Era malata di leucemia.

Morta a 19 anni Veronica Franco, studentessa che ha incantato a Tu Si Que Vales
Biella Città, 15 Ottobre 2020 ore 14:30

Morta a 19 anni Veronica Franco, studentessa che ha incantato a Tu Si Que Vales. Era malata di leucemia.

Morta a 19 anni Veronica Franco

E’ morta oggi Veronica Franco, studentessa che ha commosso la tv nazionale. Era malata di leucemia dal 2018. A seguito di una complicazione legata alla chemioterapia successiva al trapianto era rimasta paralizzata dal collo in giù.

Nonostante la grandissima prova di forza che la vita l’aveva costretta ad affrontare, la giovanissima, ex studentessa del Istituto Bona di Biella, lo scorso settembre aveva incantato e commosso i giurati , i presentatori e il pubblico intero della trasmissione “Tu sì que Vales”, la cui prima puntata è andata in onda sabato  12 settembre  su Canale 5. Veronica Franco, biellese 19 anni, non era una cantante come tutti gli altri: aveva una voce meravigliosa, che aveva saputo valorizzare proponendo sul palco la toccante “Hallelujah”, versione di Alexandra Burke.

Durante la sua esibiaizone Veronica aveva portato con sé, a “Tu sì que Vales”, la sua storia personale, una storia di salute complicata, che, però, non l’aveva mai tenuta lontana dalla sua passione per la musica e per il canto.
La giovane biellese stava infatti combattendo una battaglia importante, come aveva raccontato lei stessa in diretta nazionale prima di eseguire la canzone. Malata di leucemia dal 2018, a seguito di una complicazione legata alla chemioterapia successiva al trapianto era rimasta paralizzata dal collo in giù.

La notizia della morte della giovanissima sta rimbalzando in queste ore scuotendo l’intero Biellese. “Oggi è volata in cielo la nostra Veronica – scrive la preside del Bona, Raffaella Miori – Resterà nei nostri cuori il ricordo  della sua anima gentile”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità