Cronaca

Migranti, continuano gli arrivi nel Biellese

Migranti, continuano gli arrivi nel Biellese
Cronaca 20 Agosto 2015 ore 13:56

Ha superato abbondantemente quota 300 il numero di migranti che oggi sono ospitati nel Biellese. E il dato non accenna ad arrestarsi: ieri mattina erano 306, ieri sera già 319. E il trend potrebbe continuare, tanto che è lecito domandarsi quanti migranti può ospitare la nostra provincia: «Una domanda che mi pongo spesso anch’io, ma una risposta non c’è», ammette il viceprefetto Davide Garra, dirigente con competenze all’immigrazione e al diritto d’asilo.

Proviamo ad analizzare i dati diffusi dal Viminale pochi giorni fa, dopo aver ripartito nuove quote di migranti fra le regioni italiane. Con gli arrivi di ieri il Biellese è arrivato ad ospitare un migrante ogni 571 abitanti, un dato più alto anche se non troppo dissimile da quello piemontese (6.907 attualmente ospitati, uno ogni 640 abitanti) e da quello italiano (91.419, uno ogni 650 abitanti) prendendo come riferimento l’ultimo dato ufficiale disponibile. Inutile porre limiti o fare previsioni, come spiega Garra: «Questo è il risultato di dinamiche internazionali  che noi possiamo solo gestire nel miglior modo possibile».

Matteo Lusiani

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 20 agosto 2015

Ha superato abbondantemente quota 300 il numero di migranti che oggi sono ospitati nel Biellese. E il dato non accenna ad arrestarsi: ieri mattina erano 306, ieri sera già 319. E il trend potrebbe continuare, tanto che è lecito domandarsi quanti migranti può ospitare la nostra provincia: «Una domanda che mi pongo spesso anch’io, ma una risposta non c’è», ammette il viceprefetto Davide Garra, dirigente con competenze all’immigrazione e al diritto d’asilo.

Proviamo ad analizzare i dati diffusi dal Viminale pochi giorni fa, dopo aver ripartito nuove quote di migranti fra le regioni italiane. Con gli arrivi di ieri il Biellese è arrivato ad ospitare un migrante ogni 571 abitanti, un dato più alto anche se non troppo dissimile da quello piemontese (6.907 attualmente ospitati, uno ogni 640 abitanti) e da quello italiano (91.419, uno ogni 650 abitanti) prendendo come riferimento l’ultimo dato ufficiale disponibile. Inutile porre limiti o fare previsioni, come spiega Garra: «Questo è il risultato di dinamiche internazionali  che noi possiamo solo gestire nel miglior modo possibile».

Matteo Lusiani

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 20 agosto 2015

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter