Cronaca

Mettono in fuga i truffatori

Mettono in fuga i truffatori
Cronaca 19 Maggio 2016 ore 19:04

I truffatori dell’acquedotto, stavolta, sono stati costretti ad andarsene a mani vuote. E pure a tutta velocità per evitare di imbattersi nei carabinieri che le signore prese di mira hanno minacciato di chiamare se non se ne fossero andati. Gli appelli sui giornali e gli incontri con gli anziani e con le casalinghe organizzati in quasi tutti i paesi da polizia, carabinieri e Guardia di finanza (sono intervenuti spesso e volentieri il questore Perrone e i comandanti di Fiamme gialle e Arma, colonnello Dallerice e tenente colonnello Infante) sono serviti. Stavolta, a differenza del passato, si è fatta terra bruciata al punto che i due sconosciuti che l’altro giorno hanno bussato alla porta di due signore di San Giacomo di Masserano spacciandosi per tecnici dell’acquedotto con pettorina catarifrangente e tesserino fasullo, non hanno trovato appigli per riuscire ad entrare nelle due abitazioni e svaligiarle di oro e denaro come capitava di solito. Entrambe le signore li hanno avvertiti: "O ve ne andate o chiamo i carabinieri". I ladri se la sono così svignata.

I truffatori dell’acquedotto, stavolta, sono stati costretti ad andarsene a mani vuote. E pure a tutta velocità per evitare di imbattersi nei carabinieri che le signore prese di mira hanno minacciato di chiamare se non se ne fossero andati. Gli appelli sui giornali e gli incontri con gli anziani e con le casalinghe organizzati in quasi tutti i paesi da polizia, carabinieri e Guardia di finanza (sono intervenuti spesso e volentieri il questore Perrone e i comandanti di Fiamme gialle e Arma, colonnello Dallerice e tenente colonnello Infante) sono serviti. Stavolta, a differenza del passato, si è fatta terra bruciata al punto che i due sconosciuti che l’altro giorno hanno bussato alla porta di due signore di San Giacomo di Masserano spacciandosi per tecnici dell’acquedotto con pettorina catarifrangente e tesserino fasullo, non hanno trovato appigli per riuscire ad entrare nelle due abitazioni e svaligiarle di oro e denaro come capitava di solito. Entrambe le signore li hanno avvertiti: "O ve ne andate o chiamo i carabinieri". I ladri se la sono così svignata.

Seguici sui nostri canali