Premiazione

Mappiamo la città di verde, ecco gli studenti vincitori. Premio donato all’ospedale

È stata anticipata la premiazione dell'iniziativa ideata da NaturalBOOM e Biella Colors’ School.

Mappiamo la città di verde, ecco gli studenti vincitori. Premio donato all’ospedale
Biella Città, 16 Aprile 2020 ore 11:56

Mappiamo la città di verde, ecco gli studenti vincitori. Premio donato all’ospedale. È stata anticipata la premiazione dell’iniziativa ideata da NaturalBOOM e Biella Colors’ School.

Mappiamo la città di verde


Da una bottiglia di plastica dimenticata a quattro macchinari donati all’ospedale, da una gara di impegno civile tra le scuole in nome della tutela dell’ambiente a un sostegno concreto per gestire l
emergenza-coronavirus: è stato unanime il “sì” dei partecipanti alla proposta degli organizzatori di MappiAMO la Città di Verdeper trasformare in qualcosa di diverso l’esito della sfida. È stata anticipata la premiazione dell’iniziativa ideata da NaturalBOOM e Biella ColorsSchool, con lo scopo di ripulire e sanificare ampie porzioni del territorio. E la destinazione dei premi, a nome di tutti, è stata convertita al fabbisogno dell’ospedale di Biella. In particolare è stato deciso di donare quattro elettrocardiografi a trasmissione remota che serviranno a gestire in maggior sicurezza l’attività dei medici impegnati nella cura dei pazienti colpiti da Covid-19. L’acquisto è stato fatto in meno di due settimane, con l’aiuto e la mediazione del Fondo Edo Tempia.

Commozione

«Sono piacevolmente commosso per aver visto rivalutare un progetto a cui tenevo molto in unazione per qualcosa di ancor più importante» spiega Andrea Campagnolo, titolare del marchio NaturalBOOM, il mental drink ideato a Biella. «Il sostegno degli sponsor e la disponibilità del Fondo Edo Tempia a fornirci il loro supporto per lindividuazione e la concretizzazione di questa donazione sono degni di stima». Aggiunge Matteo Nalin, Presidente di Biella Colors’ School: «Indubbiamente quello che siamo riusciti a fare, grazie al prezioso supporto dei nostri partner, mi riempie il cuore di gioia e di speranza. La mia associazione ed io siamo contenti di sentirci parte integrante di questa grande famiglia».

MappiAMO la città di verdeha coinvolto centinaia di ragazzi delle scuole superiori della provincia, che si sono prodigati per ripulire la città con una buona dose di chilometri macinati alla ricerca di rifiuti abbandonati. Le classi e listituto più attivi avrebbero vinto premi per sostenere ulteriori progetti a tema. Più di cinquanta attività e linteresse di sponsor e sostenitori avevano già portato il montepremi a 12mila euro.

Premiazione

Dopo un attenta valutazione fatta dalla giuria composta da NaturalBOOM, Biella ColorsSchool, Cosrab e Cna giovani di Biella sono state premiate le classi più meritevoli che si sono contraddistinte in questi mesi, ovvero la 3ª E dell’IIS Bona e la 3ª E linguistico del liceo Sella. «Siamo molto felici che l’impegno in questo bellissimo progetto abbia dato i suoi frutti» commentano Nicolò Ferro e Federica Galli, rappresentanti della classe del linguistico. «A nome dei nostri compagni, siamo più che felici di devolvere il nostro premio alla sanità per poter far fronte all’emergenza in corso in Italia e nel mondo». Aggiunge Luca Pincin, rappresentante della classe del Bona: «Siamo molto contenti che i soldi vengano reinvestiti nell’acquisto di materiali sanitari». L’istituto che invece ha più colpito la giuria, perché ha organizzato ben trenta uscite sul territorio, è stato lIis Bona.

«Apprendo con immenso piacere la notizia del conferimento dei contributi al nostro istituto» dice la preside Raffaella Miori «e mi congratulo per la condivisione generale dei ragazzi e soprattutto della classe 3E che si è maggiormente distinta per il suo grande contributo di disponibilità e partecipazione. In particolare la scelta di acquistare e donare strumentazione medica in questo momento di emergenza appare la finalità più nobile ed adeguata. Ben vengano iniziative e progetti in cui ognuno può veramente fare la propria parte».

«Quando ho letto delliniziativa» è il commento di Viola Erdini, presidente della Fondazione Tempia «che ha coinvolto i ragazzi delle scuole in unazione di educazione ambientale e civica così incisiva, non ho potuto che esserne entusiasta. La decisione poi di riconvertire i fondi a beneficio di un bene comune mi conferma che chi ha amore per la natura dimostra anche un alto livello di sensibilità e solidarietà. Siamo quindi onorati di poter far parte di questo progetto».

Nulla sarebbe stato possibile senza i contributi degli sponsor: Cosrab, Seab (partner tecnico), Conad, Carrozzeria Campagnolo, Sella, Successori Reda, Cia Biella, CNA Biella, Lions Club Valli Biellesi e bar Piscina.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità