Maltrattamenti e stalking, patteggia 2 anni

Maltrattamenti e stalking, patteggia 2 anni
Cronaca 20 Settembre 2016 ore 12:28

BIELLA - Ha patteggiato due anni (pena sospesa) per i reati di maltrattamenti in famiglia e stalking nei confronti della sua ex compagna, che all’epoca dei fatti era anche in dolce attesa. Andrea Carecchio, 24 anni, di Mongrando, è comparso davanti al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Biella Paola Rava nella mattinata di martedì scorso. Difeso dall’avvocato Enrico Melis ha deciso di patteggiare a due anni.

Secondo la ricostruzione dei fatti, nel dicembre scorso l’uomo avrebbe commesso nei confronti della compagna reiterati atti di violenza fisica e psicologica: ingiuriandola, minacciandola e percuotendola abitualmente, maltrattava la convivente, in stato di gravidanza, cagionandole penose condizioni di vita tali da costringerla ad allontanarsi da casa e a cercare accoglienza in una Casa rifugio. La donna, che a metà dicembre dell’anno scorso si era dovuta rivolgere ai medici dell’ospedale, in una occasione sarebbe stata afferrata per i capelli, presa per il collo e sbattuta contro il muro. Come da referto medico aveva riportato ferite guaribili in cinque giorni.

La situazione, nonostante la ex compagna si fosse rivolta ad una Casa rifugio, ha vissuto altri momenti di tensione proprio verso la fine del mese di dicembre dello scorso anno. L’uomo, infatti, è stato anche accusato di stalking. Si sarebbe appostato in più occasioni nei pressi della Casa rifiugio, le avrebbe inviato numerosi messaggi dal suo cellulare, avrebbe tentato di contattarla ripetutamente al telefono allo scopo di riallacciare la relazione sentimentale, avrebbe pedinata con la sua autovettura quando la sua ex compagna si recava a trovare dei parenti. Tutti episodi che avevano portato al giudizio immediato nei confronti dell’uomo che martedì scorso ha deciso di patteggiare la pena di due anni. Essendo incensurato la pena è stata sospesa e gli sono stati revocati gli arresti domiciliari. 

E.P.

BIELLA - Ha patteggiato due anni (pena sospesa) per i reati di maltrattamenti in famiglia e stalking nei confronti della sua ex compagna, che all’epoca dei fatti era anche in dolce attesa. Andrea Carecchio, 24 anni, di Mongrando, è comparso davanti al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Biella Paola Rava nella mattinata di martedì scorso. Difeso dall’avvocato Enrico Melis ha deciso di patteggiare a due anni.

Secondo la ricostruzione dei fatti, nel dicembre scorso l’uomo avrebbe commesso nei confronti della compagna reiterati atti di violenza fisica e psicologica: ingiuriandola, minacciandola e percuotendola abitualmente, maltrattava la convivente, in stato di gravidanza, cagionandole penose condizioni di vita tali da costringerla ad allontanarsi da casa e a cercare accoglienza in una Casa rifugio. La donna, che a metà dicembre dell’anno scorso si era dovuta rivolgere ai medici dell’ospedale, in una occasione sarebbe stata afferrata per i capelli, presa per il collo e sbattuta contro il muro. Come da referto medico aveva riportato ferite guaribili in cinque giorni.

La situazione, nonostante la ex compagna si fosse rivolta ad una Casa rifugio, ha vissuto altri momenti di tensione proprio verso la fine del mese di dicembre dello scorso anno. L’uomo, infatti, è stato anche accusato di stalking. Si sarebbe appostato in più occasioni nei pressi della Casa rifiugio, le avrebbe inviato numerosi messaggi dal suo cellulare, avrebbe tentato di contattarla ripetutamente al telefono allo scopo di riallacciare la relazione sentimentale, avrebbe pedinata con la sua autovettura quando la sua ex compagna si recava a trovare dei parenti. Tutti episodi che avevano portato al giudizio immediato nei confronti dell’uomo che martedì scorso ha deciso di patteggiare la pena di due anni. Essendo incensurato la pena è stata sospesa e gli sono stati revocati gli arresti domiciliari. 

E.P.