Lutto nel tessile

Maffeo, i ricordi degli imprenditori

"Lucido, determinato, era la nostra Treccani"

Maffeo, i ricordi degli imprenditori
27 Marzo 2020 ore 17:50

Un grande uomo e un grande imprenditore

L’azienda per lui “elisir di lunga vita”

Silvio Maffeo, 99 anni, mancato nella notte di ieri, giovedì 26 marzo, era a capo della Filatura di Pollone azienda a cui ha dedicato molte energie per lui un “elisir di lunga vita” e ha sempre vissuto intensamente anche la sua associazione di categoria, l’Unione Industriale Biellese.

Le testimonianze dei colleghi

Testimonianza dell’affetto degli imprenditori è stata, recentemente, la standing ovation in occasione della consegna di una targa per gli oltre 50 anni di associazione dell’azienda, riconoscimento ritirato da Silvio Maffeo fra gli applausi della platea di colleghi e amici. Silvio Maffeo è stato vice presidente dell’Unione Industriale Biellese dal 1986 all’89, membro della squadra del presidente Giovanni Piacenza. E’ stato presidente dell’Istituto Editoriale Biellese. Ha fatto parte della Sezione Filature e della Commissione Sindacale. “Un uomo ed un amico che in questi anni è stato un confronto ed un conforto costante: mi mancherà molto”, ha sottolineato il direttore Uib Pier Francesco Corcione.

Carlo Piacenza: esempio di schiettezza

“Lo ricordo – dice Carlo Piacenza, presidente Uib – come un grande esempio di schiettezza, una mente brillante sia sotto l’aspetto imprenditoriale che dal punto di vista tecnico: amava la filatura e il suo mestiere. Sicuramente abbiamo perso un pezzo importantissimo della storia del nostro territorio”.

Ermanno Rondi: lucido, coerente, determinato

“Ho avuto la fortuna – dice il vicepresidente Uib Ermanno Rondi  – di conoscere a fondo Silvio anche in momenti difficili per Uib ed ho sempre trovato una persona lucida, coerente, determinata oltre che estremamente collaborativa. Sempre disponibile, stimolante nelle sintesi e nei giudizi, con una propensione a guardare al domani mentre affrontava i problemi del momento. L’età è sempre stato un atto anagrafico, lui aveva un pensiero senza tempo. Mi mancheranno i suoi “Ermanno” quasi gridati con cui apriva le telefonate ed il racconto dei marchingegni che aveva studiato ed ancora voleva utilizzare, ma sempre in un’ottica di innovazione, mai amarcord. Grazie Silvio”.

Nicolò Zumaglini: era la nostra “Treccani”

“Da sempre parte della Commissione Sindacale – diceil vicepresidente Nicolò Zumaglini -, era la nostra “Treccani”: memoria storica e pensatore acuto, ci mancherà come collega e soprattutto come amico. Lo ricorderò sugli sci che, da sportivo, amava molto”.

“E’ una delle più belle persone che il Biellese ha avuto dal Dopoguerra ad oggi – dice Roberto Rimoldi, presidente Sezione Filature Uib -: un grande imprenditore che con il suo entusiasmo, la sua perseveranza, la passione per il suo lavoro, per la sua azienda e per il suo territorio, accompagnata da un’intelligenza non comune, è stato un esempio per tutti noi. Riposa in pace, caro Silvio”.

ECO DI BIELLA EDIZIONE DIGITALE la tua copia a 0,99 euro

LE ALTRE NOTIZIE NELLA HOME

SU FACEBOOK ISCRIVITI AL NOSTRO GRUPPO prima BIELLA

SU TWITTER SEGUI @ecodibiella

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità