Cronaca
"qualcuno mi può dare una mano?"

Lo sfogo di una ragazza su facebook: "Un signore più vecchio di me da mesi mi perseguita"

Una controversa vicenda tra vicini di casa scuote la tranquillità di Pray. Le accuse di una giovane trasferitasi in paese da alcuni mesi

Lo sfogo di una ragazza su facebook: "Un signore più vecchio di me da mesi mi perseguita"
Cronaca Valli Mosso e Sessera, 16 Settembre 2022 ore 09:59

Una bega di paese? tensioni tra vicini di casa, solo dispetti ai danni di una ragazza particolarmente vulnerabile? Non è chiaro cosa ci sia dietro lo sfogo che una giovane di Pray, in Valsessera, ha postato  mercoledì sul gruppo facebook del paese, e che Eco di Biella ha contattato mercoledì stesso, poco dopo la segnalazione di un lettore. La giovane, prima disposta a raccontare al cronista cosa la turbava e cosa c'era sotto, oltre a quanto aveva scritto, si è successivamente eclissata. Riportiamo il suo post

Questo il suo post sulla sua pagina facebook

"Ciao a tutti, scrivo questo post perché non so più a chi chiedere aiuto.. sono venuta ad abitare a pray da poco per convivere col mio ragazzo. Sono una ragazza sulla ventina e come chi si approccia a una nuova vita ed esperienze ero la persona più felice del mondo.

Peccato che ciò che ho trovato qui a pray una volta arrivata sono state pPersecuzioni sistematiche da parte di un noto signore molto più vecchio di me.. a cui piace presentarsi davanti alla porta di casa mia quasi ogni giorno e mi vengono fatte anche foto e video. Persecuzioni e cattiverie continue che mi hanno portata a trovare anche le gomme della mia macchina perforate. Mi accende e spegne il contatore dell'energia elettrica, manomette il cancello dell'ingresso. Una sera mi sono accorta che con la mia chiave di casa non potevo più uscire dal cortile. Vivo tra pronto soccorso e visite mediche per ciò che queste Persecuzioni mi stanno provocando, a livello fisico e mentale è doloroso e atroce. Non so più che cosa fare perché a quanto pare perseguitare una donna nel 2022 è possibile finché non ti aggrediscono o stuprano. E io non mi sento sicura nemmeno in casa mia. Non so davvero più a chi rivolgermi, perché a vent'anni dovrei vivere una vita bella e fatta di bei momenti e invece vivo con l'ansia costante di uscire di casa da sola, problemi con il lavoro, insonnia e attacchi di panico perché quest'uomo viene qui anche in piena notte. E io non riesco più a vivere. Questa persona è a pray esiste e mi sta rovinando la vita.. Mi scuso per lo sfogo ma non so più a chi chiedere aiuto se non a voi che abitate qui da prima che io arrivassi.
Se conoscete qualche associazione, qualcuno che mi può dare una mano per favore scrivetemi.

Non è chiaro se prima o dopo questa richiesta di aiuto ci sia stato un ricorso ai canali ufficiali, quelli delle forze dell'ordine. Se sia stata presentata una denuncia contro il presunto "persecutore", fatto sta che da mercoledì in paese non si parla d'altro. E forse questa pubblicità contribuirà a far si che la situazione non degeneri e rientri in canoni di pacifica, seppure difficile, convivenza.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter