Cronaca

Litiga con il sindaco di Trivero

Litiga con il sindaco di Trivero
Cronaca 22 Giugno 2017 ore 19:54

E' entrato nell'ufficio del sindaco di Trivero, Mario Carli, e ha cominciato a discutere per alcune prescrizioni ritenute troppo dure contenute in un'ordinanza firmata dallo stesso primo cittadino con la quale gli veniva intimato di ripristinare lo stato dei luoghi intorno alla sua abitazione. Il tono della voce deve aver superato i limiti del consentito al punto che qualcuno ha composto il 112 e fatto intervenire i carabinieri. Il cittadino litigioso era già a casa quando sono arrivati i militari che gli hanno chiesto spiegazioni in merito al suo "raid" in Municipio. L'uomo, 33 anni, ha spiegato ogni cosa e ha aggiunto che avrebbe rispettato il limite di dieci giorni previsto nell'ordinanza per rimettere ogni cosa a posto. Da parte sua, il sindaco, Mario Carli, ha precisato di non avere nessuna intenzione di sporgere denuncia nei confronti del cittadino.

E' entrato nell'ufficio del sindaco di Trivero, Mario Carli, e ha cominciato a discutere per alcune prescrizioni ritenute troppo dure contenute in un'ordinanza firmata dallo stesso primo cittadino con la quale gli veniva intimato di ripristinare lo stato dei luoghi intorno alla sua abitazione. Il tono della voce deve aver superato i limiti del consentito al punto che qualcuno ha composto il 112 e fatto intervenire i carabinieri. Il cittadino litigioso era già a casa quando sono arrivati i militari che gli hanno chiesto spiegazioni in merito al suo "raid" in Municipio. L'uomo, 33 anni, ha spiegato ogni cosa e ha aggiunto che avrebbe rispettato il limite di dieci giorni previsto nell'ordinanza per rimettere ogni cosa a posto. Da parte sua, il sindaco, Mario Carli, ha precisato di non avere nessuna intenzione di sporgere denuncia nei confronti del cittadino.