Cronaca

Lite al centro d’accoglienza di Cossato

Lite al centro d’accoglienza di Cossato
Cronaca 15 Settembre 2015 ore 09:53

Sono dovuti intervenire nuovamente i carabinieri a Cossato, per riportare la calma nella struttura che ospita i migranti. Dopo i problemi che si sono verificati a causa della mancanza del wifi prima, e del cibo, poi, una nuova lite si è scatenata sabato all’interno del centro. Gli operatori, non riuscendo a far sbollire gli animi, hanno così chiamato i carabinieri. 

Da una prima ricostruzione pare che la lite sia nata tra due giovani ospiti, a causa di una bicicletta. Uno di loro aveva ricevuto in regalo il mezzo a due ruote, causando la gelosia dell’altro migrante. A breve la discussione è degenerata e i due sono finiti col mettersi le mani addosso. Gli operatori della cooperativa che li accoglie hanno provato in più modi a riportare la calma, senza risultati. Inevitabile, dunque, la richiesta di aiuto ai carabinieri. 

Quando i militari sono giunti sul posto, però, la situazione era già tornata sotto controllo. Liti dovute a una situazione non certo facile, con persone lontane da casa, che vivono sotto uno stesso tetto. La convivenza, a volte, porta anche a questo tipo di reazioni. 

E.P.

Sono dovuti intervenire nuovamente i carabinieri a Cossato, per riportare la calma nella struttura che ospita i migranti. Dopo i problemi che si sono verificati a causa della mancanza del wifi prima, e del cibo, poi, una nuova lite si è scatenata sabato all’interno del centro. Gli operatori, non riuscendo a far sbollire gli animi, hanno così chiamato i carabinieri. 

Da una prima ricostruzione pare che la lite sia nata tra due giovani ospiti, a causa di una bicicletta. Uno di loro aveva ricevuto in regalo il mezzo a due ruote, causando la gelosia dell’altro migrante. A breve la discussione è degenerata e i due sono finiti col mettersi le mani addosso. Gli operatori della cooperativa che li accoglie hanno provato in più modi a riportare la calma, senza risultati. Inevitabile, dunque, la richiesta di aiuto ai carabinieri. 

Quando i militari sono giunti sul posto, però, la situazione era già tornata sotto controllo. Liti dovute a una situazione non certo facile, con persone lontane da casa, che vivono sotto uno stesso tetto. La convivenza, a volte, porta anche a questo tipo di reazioni. 

E.P.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter