Lamette nella carne per uccidere i cani

Lamette nella carne per uccidere i cani
Cronaca 19 Gennaio 2017 ore 13:38

OCCHIEPPO SUPERIORE - Hanno lanciato delle polpette di carne trita imbottite di pezzi di ferro e di lamette, nel giardino di un’abitazione di via Opifici a Occhieppo Superiore, con la chiara intenzione di fare del male ai due cani che ogni giorno in quel lembo di terra abbaiano e vi scorrazzano avanti e indietro, giocando tra loro e a volte accennando innocui inseguimenti alle vetture in transito. Un gesto di una crudeltà senza senso sul quale stanno ora indagando i carabinieri. Le ipotesi sono molteplici anche se - stando al padrone di casa, un giovane di 24 anni - è probabile che si sia trattato di una sorta di atto intimidatorio legato forse all’eccessivo abbaiare dei cani durante il giorno.

E’ stata una coincidenza fortunata che i due involucri gettati dalla strada al di là dell’alto muro di recinzione che protegge parte di quella proprietà, siano stati visti dal padrone di casa prima che i cani potessero annusarli e ingoiarli, con tutte le conseguenze gravissime che il gesto avrebbe potuto provocare.

Si trattava di due grosse polpette di carne trita, bene amalgamate, che contenevano dei pezzetti di ferro acuminati e dei pezzi di lamette da barba: un mix di ingredienti che avrebbe potuto persino uccidere i due animali. Il giovane ha sentito in quel momento transitare un’auto che ha rallentato di colpo proprio in prossimità della sua proprietà.

In quel momento ha visto le due polpette superare il muro e ha sentito l’auto sgommare e allontanarsi. Ha provato subito a correre in strada, ma non ha visto più nessuno. Subito ha quindi telefonato ai carabinieri.

V.Ca.

OCCHIEPPO SUPERIORE - Hanno lanciato delle polpette di carne trita imbottite di pezzi di ferro e di lamette, nel giardino di un’abitazione di via Opifici a Occhieppo Superiore, con la chiara intenzione di fare del male ai due cani che ogni giorno in quel lembo di terra abbaiano e vi scorrazzano avanti e indietro, giocando tra loro e a volte accennando innocui inseguimenti alle vetture in transito. Un gesto di una crudeltà senza senso sul quale stanno ora indagando i carabinieri. Le ipotesi sono molteplici anche se - stando al padrone di casa, un giovane di 24 anni - è probabile che si sia trattato di una sorta di atto intimidatorio legato forse all’eccessivo abbaiare dei cani durante il giorno.

E’ stata una coincidenza fortunata che i due involucri gettati dalla strada al di là dell’alto muro di recinzione che protegge parte di quella proprietà, siano stati visti dal padrone di casa prima che i cani potessero annusarli e ingoiarli, con tutte le conseguenze gravissime che il gesto avrebbe potuto provocare.

Si trattava di due grosse polpette di carne trita, bene amalgamate, che contenevano dei pezzetti di ferro acuminati e dei pezzi di lamette da barba: un mix di ingredienti che avrebbe potuto persino uccidere i due animali. Il giovane ha sentito in quel momento transitare un’auto che ha rallentato di colpo proprio in prossimità della sua proprietà.

In quel momento ha visto le due polpette superare il muro e ha sentito l’auto sgommare e allontanarsi. Ha provato subito a correre in strada, ma non ha visto più nessuno. Subito ha quindi telefonato ai carabinieri.

V.Ca.