Le nuove disposizioni

Lago di Viverone: si può navigare ma non a motore

Via alle imbarcazioni a remi. Partita anche la pesca, ma non si può pernottare.

Lago di Viverone: si può navigare ma non a motore
Basso Biellese, 05 Maggio 2020 ore 14:46

Lago di Viverone: si può navigare ma non a motore.

Senza uso del motore

Si può navigare nel lago di Viverone. Ma non a motore. E i proprietari di imbarcazioni ospitate nelle diverse nautiche intorno al lago, possono raggiungerle e iniziare le operazioni di manutenzione e restauro in vista della riapertura totale della navigazione. La comunicazione giunge dall’amministrazione del sindaco Renzo Carisio, sia attraverso il sito internet sia attraverso il profilo Facebook del comune lacuale.

Ecco il provvedimento

Il provvedimento, dunque, precisa che da ieri è stata parzialmente modificata la precedente ordinanza sulla navigazione sul lago.
– E’ dunque aperta la navigazione per tutte le imbarcazioni non a motore (è dunque escluso anche la propulsione elettrica), utilizzate nell’attività sportiva o motoria individuale (con accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti) nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno 2 metri per attività sportiva e di 1 metro per le altre attività consentite.

Ecco chi può

– E’ confermata la chiusura della navigazione a motore ad eccezione delle imbarcazioni impegnate nel servizio pubblico di linea, da parte delle ditte autorizzate impegnate nelle attività di pesca professionale e nel servizio di sfalcio alghe. Anche da parte dei titolari di nautiche e meccanici del settore nautico, per i quali è consentita la prova motore e di navigazione per le imbarcazioni rimessate in loco, entro e non oltre i 200 metri dalla base nautica. Oppure per espletare le sessioni di atleti, professionisti e non, riconosciuti di interesse nazionale dalle rispettive Federazioni.

E la pesca?

Può dunque riprendere anche l’attività della pesca sportiva, ma solamente dalla riva oppure con l’uso di natanti non a motore (nella foto dei kayak utilizzati per la pesca in mare, fiumi, laghi, in attività nella acque del lago). I nuovi buoni del 2020 per poter pescare (6 euro al giorno da terra, 15 dalla barca), sono stati messi a disposizione di negozi e attività varie autorizzati a tenerli, da parte del Comune di Viverone. Per l’attività del “carp fishing” (nella foto una carpa pescata proprio davanti a un guardiapesca), gli appassionati dovranno per forza di cose accontentarsi di dedicarsi alla loro grande passione solo in giornata, non potendo per nessuna ragione pernottare come in realta prevederebbe il “carp fishing”. Le altre regole sono l’immancabile foto e il rilascio immediato del pesce pescato.

ECO DI BIELLA EDIZIONE DIGITALE la tua copia a 0,99 euro

LE ALTRE NOTIZIE NELLA HOME

SU FACEBOOK ISCRIVITI AL NOSTRO GRUPPO prima BIELLA

SU TWITTER SEGUI @ecodibiella

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno