Menu
Cerca

Ladri acciuffati grazie a... Google Maps

Ladri acciuffati grazie a... Google Maps
Cronaca 18 Febbraio 2016 ore 14:47

Sono stati acciuffati dai carabinieri e accusati di furto al Carrefour di Valle Mosso grazie all'applicazione Google Maps inserita tra le app del telefono cellulare di uno di loro, due rumeni (dei quali per ora, per motivi di indagine, sono state fornite le sole iniziali), P.I., 31 anni, proveniente da Savigliano (in provincia di Cuneo), e C.I., 30 anni, di Torino. Entrambi sono pregiudicati. Il furto nel supermercato di Valle Mosso risale a venerdì scorso 12 febbraio. I ladri sono riusciti a entrare dopo aver forzato una porta. Hanno quindi rubato i soldi dal fondo cassa, circa 500 euro in banconote di piccolo taglio e in monete. Il supermercato, a titolo di informazione, è assicurato contro i furti. La stessa notte i carabinieri di Cigliano hanno fermato i due rumeni in una strada secondaria in mezzo alle risaie e durante il normale controllo di routine dei documenti, un militare si è fatto consegnare il telefono cellulare di uno di loro. L'applicazione Google Maps (che consente di impostare una destinazione, tipo navigatore satellitare) era attiva. La destinazione era Savigliano attraverso strade secondarie senza pedaggio. La partenza era stata impostata, guarda caso, da Valle Mosso. Secondo i dati forniti dalla stessa applicazione, i due si sarebbero fermati nel paese dell'alto Biellese per una mezzoretta. Dai colleghi di Valle Mosso, i carabinieri di Cigliano sono venuti a sapere che proprio in quell'orario era stato commesso il furto al Carrefour. Tutto coincideva alla perfezione. I due rumeni, in pratica, si sono dati da soli, per così dire, la zappa sui piedi. Con loro avevano anche parecchie banconote di piccolo taglio che però non sono state sequestrate. La denuncia per furto aggravato in concorso non sono però riusciti a scamparla.

V.Ca.

Sono stati acciuffati dai carabinieri e accusati di furto al Carrefour di Valle Mosso grazie all'applicazione Google Maps inserita tra le app del telefono cellulare di uno di loro, due rumeni (dei quali per ora, per motivi di indagine, sono state fornite le sole iniziali), P.I., 31 anni, proveniente da Savigliano (in provincia di Cuneo), e C.I., 30 anni, di Torino. Entrambi sono pregiudicati. Il furto nel supermercato di Valle Mosso risale a venerdì scorso 12 febbraio. I ladri sono riusciti a entrare dopo aver forzato una porta. Hanno quindi rubato i soldi dal fondo cassa, circa 500 euro in banconote di piccolo taglio e in monete. Il supermercato, a titolo di informazione, è assicurato contro i furti. La stessa notte i carabinieri di Cigliano hanno fermato i due rumeni in una strada secondaria in mezzo alle risaie e durante il normale controllo di routine dei documenti, un militare si è fatto consegnare il telefono cellulare di uno di loro. L'applicazione Google Maps (che consente di impostare una destinazione, tipo navigatore satellitare) era attiva. La destinazione era Savigliano attraverso strade secondarie senza pedaggio. La partenza era stata impostata, guarda caso, da Valle Mosso. Secondo i dati forniti dalla stessa applicazione, i due si sarebbero fermati nel paese dell'alto Biellese per una mezzoretta. Dai colleghi di Valle Mosso, i carabinieri di Cigliano sono venuti a sapere che proprio in quell'orario era stato commesso il furto al Carrefour. Tutto coincideva alla perfezione. I due rumeni, in pratica, si sono dati da soli, per così dire, la zappa sui piedi. Con loro avevano anche parecchie banconote di piccolo taglio che però non sono state sequestrate. La denuncia per furto aggravato in concorso non sono però riusciti a scamparla.

V.Ca.