L’addio a Roberto Mancin nella chiesa di Crocemosso

L’addio a Roberto Mancin nella chiesa di Crocemosso
10 Luglio 2017 ore 11:36

VALLE MOSSO – Si svolgera? domani pomeriggio alle 15 nella chiesa di Crocemosso, il funerale di Roberto Mancin, 69 anni, titolare con i figli della stazione di servizio Q8 di piazza Chiesa, morto sul colpo venerdi? pomeriggio per le ferite riportate in un incidente stradale avvenuto lungo la Provinciale destra Sessera che collega Pray a Coggiola, all’altezza dell’ecocentro di localita? Nuova York. Il benzinaio, conosciuto e stimato in tutta la valle, viaggiava in sella ad una moto Honda 750 che – per cause al vaglio dei carabinieri – si e? scontrata frontalmente con una Fiat Punto proveniente dall’opposta direzione di marcia, condotta da un pensionato di 67 anni che abita a Borgosesia. Si parla di un sorpasso azzardato da parte del motociclista. Ma in circostanze tragiche come questa, il condizionale appare d’obbligo.
«E’ una notizia che ha lasciato tutti senza parole – spiega il sindaco di Valle Mosso, Cristina Sasso -. Mancin era una vera istituzione per tutti noi…».
Per Gian Matteo Passuello, sindaco di Pray Biellese, «Roberto Mancin era una gran brava persona e un lavoratore instancabile…». Persona conosciuta e stimata in tutta la valle, Roberto Mancin era sposato con Rita Garbaccio ed era padre di due figli, Paola e Manuele. Da una vita gestiva la stazione di servizio che comprendeva anche il gommista e un’officina meccanica: un’attivita? che aveva sviluppato negli anni, alla quale erano subentrati i figli. Domani pomeriggio, la salma (del funerale se n’e? occupata la “imprese funebri riunite Strobino e Irof”) arrivera? in chiesa alle 15.

V.Ca.

VALLE MOSSO – Si svolgera? domani pomeriggio alle 15 nella chiesa di Crocemosso, il funerale di Roberto Mancin, 69 anni, titolare con i figli della stazione di servizio Q8 di piazza Chiesa, morto sul colpo venerdi? pomeriggio per le ferite riportate in un incidente stradale avvenuto lungo la Provinciale destra Sessera che collega Pray a Coggiola, all’altezza dell’ecocentro di localita? Nuova York. Il benzinaio, conosciuto e stimato in tutta la valle, viaggiava in sella ad una moto Honda 750 che – per cause al vaglio dei carabinieri – si e? scontrata frontalmente con una Fiat Punto proveniente dall’opposta direzione di marcia, condotta da un pensionato di 67 anni che abita a Borgosesia. Si parla di un sorpasso azzardato da parte del motociclista. Ma in circostanze tragiche come questa, il condizionale appare d’obbligo.
«E’ una notizia che ha lasciato tutti senza parole – spiega il sindaco di Valle Mosso, Cristina Sasso -. Mancin era una vera istituzione per tutti noi…».
Per Gian Matteo Passuello, sindaco di Pray Biellese, «Roberto Mancin era una gran brava persona e un lavoratore instancabile…». Persona conosciuta e stimata in tutta la valle, Roberto Mancin era sposato con Rita Garbaccio ed era padre di due figli, Paola e Manuele. Da una vita gestiva la stazione di servizio che comprendeva anche il gommista e un’officina meccanica: un’attivita? che aveva sviluppato negli anni, alla quale erano subentrati i figli. Domani pomeriggio, la salma (del funerale se n’e? occupata la “imprese funebri riunite Strobino e Irof”) arrivera? in chiesa alle 15.

V.Ca.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno