La chiamata dei presidi per 111 prof

La chiamata dei presidi per 111 prof
Cronaca 25 Agosto 2016 ore 22:41

BIELLA - La “chiamata per competenze”, meglio nota come “chiamata dei presidi”, è ufficialmente realtà, anche nel Biellese. Gli istituti superiori della provincia, da lunedì di questa settimana, hanno infatti reso pubblici gli avvisi finalizzati all’individuazione per competenze dei docenti di ruolo, appartenenti all’ambito territoriale di riferimento, ai quali le scuole potranno formulare proposte di incarico triennali su posti vacanti e disponibili. Proposte che si possono quantificare in un numero: 111. Una ridefinizione dell’organico, dunque, introdotta dalla legge della “Buona Scuola” e che le dirigenze scolastiche locali si apprestano a sperimentare, come in tutta Italia, per la prima volta. Ognuna in base al proprio fabbisogno di cattedre. Tutte a seconda della tipologia di proposte, avanzata dagli stessi insegnanti, che si ritroveranno a doversi spartire.I diversi fabbisogni delle scuole biellesi. Quali sono, dunque, le materie (e quindi i docenti), per le quali i vari istituti superiori biellesi hanno emanato i loro avvisi “di reclutamento”? Ebbene, è il nuovo istituto “Gae Aulenti”, nato dalla fusione di Ipssar “Zegna” e “Vaglio Rubens” e Ipsia “Galileo Ferraris”, a detenere chiaramente lo scettro per la maggiore richiesta. Si tratta di 48 posti disponibili: di questi, 17 sono posti di sostegno; 4 di matematica; 3 di lettere; 3 di discipline giuridiche ed economiche; 3 di esercitazioni agrarie; 2 a testa di costruzioni, discipline economico-aziendali, tecnologie e disegno tecnico, laboratori di edilizia ed esercitazione topografia, Tecnologie e disegno tecnico, inglese, tecnico servizi sala bar; uno a testa, poi, per discipline geometriche e architettoniche, elettronica, scienze naturali, tecnologie e disegno tecnico, topografia, costruzioni rurali e disegno, francese, tecnico servizi cucina. All’Iis “Giuseppe e Quintino Sella” (Classico, Linguistico e Artistico) la chiamata vale, invece, 19 posti: 3 posti per discipline geometriche, architettoniche; 2 per discipline giuridiche ed economiche; 2 per discipline pittoriche; 1 posto a testa per chimica, discipline plastiche, disegno e storia dell’arte,  filosofia e storia, scienze naturali, storia dell’arte, lingua spagnola e lingua tedesca; infine, 4 sono i posti disponibili di sostegno. All’Iis “Quintino Sella” la chiamata riguarda 18 posti: 5 posti per discipline giuridiche ed economiche; 3 per matematica; 2 per igiene, anatomia, fisiologia; 2 per discipline meccaniche e tecnologia; 2 per scienze naturali, chimica e geografia, microbiologia, un posto per materie letterarie e uno per tecnologia e disegno tecnico; infine, 2 posti per il sostegno. All’Iis “Eugenio Bona” la chiamata vale 11 posti: 3 per discipline giuridiche ed economiche; 2 di inglese; uno a testa per filosofia, psicologia e scienze dell’educazione e storia dell’arte, spagnolo, tedesco, matematica e geografia. Quello del Liceo Scientifico “Amedeo Avogadro” è un avviso che riguarda 4 posti: uno a testa per discipline geometriche, discipline giuridiche ed economiche, filosofia, psicologia e scienze dell’educazione e spagnolo. Infine, all’Iis “Cossatese e Valle Strona” la chiamata per competenza si rivolgerà a 11 posti disponibili: 3 per Discipline giuridiche ed economiche; 3 per inglese; uno a testa per filosofia, psicologia e scienze dell’educazione; filosofia e storia; matematica; scienze naturali e spagnolo.Giovanna Boglietti

BIELLA - La “chiamata per competenze”, meglio nota come “chiamata dei presidi”, è ufficialmente realtà, anche nel Biellese. Gli istituti superiori della provincia, da lunedì di questa settimana, hanno infatti reso pubblici gli avvisi finalizzati all’individuazione per competenze dei docenti di ruolo, appartenenti all’ambito territoriale di riferimento, ai quali le scuole potranno formulare proposte di incarico triennali su posti vacanti e disponibili. Proposte che si possono quantificare in un numero: 111. Una ridefinizione dell’organico, dunque, introdotta dalla legge della “Buona Scuola” e che le dirigenze scolastiche locali si apprestano a sperimentare, come in tutta Italia, per la prima volta. Ognuna in base al proprio fabbisogno di cattedre. Tutte a seconda della tipologia di proposte, avanzata dagli stessi insegnanti, che si ritroveranno a doversi spartire.I diversi fabbisogni delle scuole biellesi. Quali sono, dunque, le materie (e quindi i docenti), per le quali i vari istituti superiori biellesi hanno emanato i loro avvisi “di reclutamento”? Ebbene, è il nuovo istituto “Gae Aulenti”, nato dalla fusione di Ipssar “Zegna” e “Vaglio Rubens” e Ipsia “Galileo Ferraris”, a detenere chiaramente lo scettro per la maggiore richiesta. Si tratta di 48 posti disponibili: di questi, 17 sono posti di sostegno; 4 di matematica; 3 di lettere; 3 di discipline giuridiche ed economiche; 3 di esercitazioni agrarie; 2 a testa di costruzioni, discipline economico-aziendali, tecnologie e disegno tecnico, laboratori di edilizia ed esercitazione topografia, Tecnologie e disegno tecnico, inglese, tecnico servizi sala bar; uno a testa, poi, per discipline geometriche e architettoniche, elettronica, scienze naturali, tecnologie e disegno tecnico, topografia, costruzioni rurali e disegno, francese, tecnico servizi cucina. All’Iis “Giuseppe e Quintino Sella” (Classico, Linguistico e Artistico) la chiamata vale, invece, 19 posti: 3 posti per discipline geometriche, architettoniche; 2 per discipline giuridiche ed economiche; 2 per discipline pittoriche; 1 posto a testa per chimica, discipline plastiche, disegno e storia dell’arte,  filosofia e storia, scienze naturali, storia dell’arte, lingua spagnola e lingua tedesca; infine, 4 sono i posti disponibili di sostegno. All’Iis “Quintino Sella” la chiamata riguarda 18 posti: 5 posti per discipline giuridiche ed economiche; 3 per matematica; 2 per igiene, anatomia, fisiologia; 2 per discipline meccaniche e tecnologia; 2 per scienze naturali, chimica e geografia, microbiologia, un posto per materie letterarie e uno per tecnologia e disegno tecnico; infine, 2 posti per il sostegno. All’Iis “Eugenio Bona” la chiamata vale 11 posti: 3 per discipline giuridiche ed economiche; 2 di inglese; uno a testa per filosofia, psicologia e scienze dell’educazione e storia dell’arte, spagnolo, tedesco, matematica e geografia. Quello del Liceo Scientifico “Amedeo Avogadro” è un avviso che riguarda 4 posti: uno a testa per discipline geometriche, discipline giuridiche ed economiche, filosofia, psicologia e scienze dell’educazione e spagnolo. Infine, all’Iis “Cossatese e Valle Strona” la chiamata per competenza si rivolgerà a 11 posti disponibili: 3 per Discipline giuridiche ed economiche; 3 per inglese; uno a testa per filosofia, psicologia e scienze dell’educazione; filosofia e storia; matematica; scienze naturali e spagnolo.Giovanna Boglietti