la fake news

La cantonata della Ministra Azzolina che in diretta tv scredita i giornali di Biella

In diretta a La7: "Un giornale di Biella ha scritto di una ragazzina cinese positiva al Coronavirus". Ma la fake news è del ministro

La cantonata della Ministra Azzolina che in diretta tv scredita i giornali di Biella
Biella Città, 26 Febbraio 2020 ore 00:17

Lucia Azzolina accusa falsamente un giornale biellese (che non cita perché non esiste) di aver dato la falsa notizia di una studentessa cinese positiva al Coronavirus. Ma era solo una fake news circolata sui social, di cui  peraltro è stato vittima, totalmente inconsapevole e incolpevole, il quotidiano Avvenire

L’uscita del ministro Azzolina intervistata da Giovanni Floris a Di Martedì

Ospite a Di Martedì, la trasmissione politica de La7, condotta da Giovanni Floris, la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina nel mettere in guardia dalle fake news sul coronavirus, che da giorni stanno circolando sui social, è andata oltre, gettando un’ombra sui media locali. “Un giornale di Biella ha addirittura scritto che una ragazzina cinese è risultata positiva al Coronavirus” ha sentenziato. Quella del ministro Azzolina è una fake news grave quanto quelle da lei denunciate. Nessun giornale di Biella ha mai scritto nulla di simile.

E’ vero invece che qualche stupido buontempone ha fatto circolare sui social una maldestro collage, peraltro utilizzando la testata del serio giornale cattolico Avvenire, che annunciava la positività al coronavirus di una ragazzina cinese studentessa dell’istituto Bona. E che tutte le scuole biellesi sarebbero state chiuse. Una bufala, naturalmente, già ripresa e smentita nei giorni scorsi – se ce ne fosse stato bisogno – dal sito Bufale.net, specializzato nello scovare e smascherare fake news. Nessuno a Biella è risultato finora positivo al Covid-19, ne cinesi nè altri.

Dopo la trasmissione il post su facebook

“A DiMartedì ho appena detto che bisogna affrontare il #Coronavirus con intelligenza – ha scritto il ministro dopo la trasmissione sulla sua pagina facebook – Al di fuori dalle zone dove ci sono focolai, bisogna continuare ad andare a scuola. Senza dare spazio alle fake news, che generano allarmismo. Bisogna attenersi alle informazioni ufficiali. Intanto, insieme alla task force del Ministero, stiamo lavorando a soluzioni per la didattica a distanza. Vogliamo garantire un servizio pubblico essenziale ai nostri studenti”.

 

3 foto Sfoglia la gallery
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno