IL CASO

“Io non protesto: tengo aperto”, clienti pronti all’aperitivo dopo le 18

L'avviso del bar Sut l'Ala di Occhieppo Superiore. Il locale poi è tornato sui suoi passi, ma ringrazia della vicinanza ricevuta.

“Io non protesto: tengo aperto”, clienti pronti all’aperitivo dopo le 18
Elvo, 27 Ottobre 2020 ore 14:01

La protesta individuale del bar Sut l’Ala di Occhieppo Superiore è stata accolta dai clienti affezionati pronti a fare aperitivo oltre le 18. Il locale poi è tornato sui suoi passi, ma ringrazia del supporto.

La protesta del Sut l’Ala

L’intenzione all’inizio era questa, come comunicato sui social dal bar Sui l’Ala di Occhieppo Superiore:

“Da domani hanno deciso di continuare a toglierci la libertà di vivere… io non scenderò in piazza a protestare, insultare o distruggere niente e nessuno… protesterò mantenendo il mio locale aperto consentendo alla gente di vivere , con e sempre tutte le precauzioni dovute…. vita ai miei clienti e da mangiare alle mie dipendenti!
Chi è con noi e crede nel proprio diritto alla libertà lo aspettiamo per un buon e bell’aperitivo anche dopo le 18“.

L’appello ha raccolto il sostegno di molti frequentatori del locale, che però è tornato sui suoi passi:

“Sanzione, sospensione licenza, denuncia penale e sanzioni ai clienti…questo è quello che ci riserva la protesta per il diritto al nostro lavoro!”.

Da qui il semplice grazie: “Ci teniamo a ringraziare con il cuore tutti i nostri clienti che questa sera (ieri) alle 18 erano pronti a “protestare” con noi venendo a fare aperitivo al Sut rischiando anche di prendere una multa salata! Grazie a tutti i clienti che hanno anticipato l’orario del solito aperitivo e sono comunque venuti da noi anche se purtroppo nonostante il locale fosse pieno (sempre nel limite della sicurezza e delle distanze) … Abbiamo dovuto “buttarli fuori” con il cuore che piangeva”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità