Cronaca
Il fatto

Inseguimento fino a Vercelli, nei guai anche un ragazzino. Tre agenti feriti

L’inseguimento è avvenuto ieri in mattinata.

Inseguimento fino a Vercelli, nei guai anche un ragazzino. Tre agenti feriti
Cronaca Biella Città, 08 Luglio 2022 ore 18:02

C’era anche un ragazzino ancora minorenne, sull’auto protagonista del rocambolesco incidente avvenuto ieri  da Biella fino a Vercelli, terminato con uno schianto contro l’auto della Polizia.

Inseguimento fino a Vercelli

L’inseguimento è avvenuto in mattinata, a seguito della nota di ricerca circa un’auto rubata e individuata nel Biellese.

Non appena la vettura in questione, una Fiat di colore bianco, è stata intercettata, il conducente, che si è accorto della presenza delle forze dell’ordine, è fuggito in direzione Vercelli, aumentando la velocità ed eseguendo pericolose manovre di sorpasso, mettendo a repentaglio la sicurezza degli altri utenti della strada.
Nel frattempo equipaggi della Squadra Mobile di Vercelli e di Biella sono riusciti a intercettare nuovamente l’auto rubata che stava raggiungendo Vercelli: giunti alla rotonda nei pressi di via Walter Manzone, i malviventi hanno speronato una prima auto di servizio, danneggiandola.

Nel contempo una seconda auto ha intimato nuovamente ai tre occupanti di fermarsi, ma gli stessi hanno speronato anche questo secondo mezzo. L’inseguimento si è concluso pochi metri più avanti quando la Fiat sulla quale viaggiavano i tre, ormai danneggiata, è andata a collidere con una terza autovettura di servizio fermando la propria corsa.

Il terzetto, in un ultimo disperato tentativo di fuga, ha certo di scappare a piedi, ma è  stati immediatamente bloccato. Sottoposto a perquisizione personale e veicolare, i tre sono stati trovati in possesso di oggetti atti allo scasso e di numerosi monili, alcuni dei quali in oro, verosimilmente provento di furto. Accompagnati in Questura e identificati, nei confronti dei tre sono scattate le misure cautelari: due di essi, maggiorenni, sono stati arrestati in flagranza per il reato di resistenza a pubblico ufficiale mentre il terzo, ancora minorenne, è stato denunciato all’autorità giudiziaria per il lo stesso reato. I tre, tutti di origine sudamericana e che sono risultati tutti irregolari sul territorio nazionale, sono anche stati denunciati per i reati di reati di ricettazione, danneggiamento aggravato, porto abusivo di armi od oggetti atti a offendere, oltre che di lesioni aggravate a pubblico ufficiale in quanto tre degli agenti intervenuti hanno riportato ferite guaribili in alcuni giorni.

Al termine delle attività di rito i due maggiorenni sono stati condotti alla casa circondariale di Vercelli, in attesa dell’udienza di convalida del provvedimento di arresto.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter