Infermieri, una cinquantina d’assunzioni

Infermieri, una cinquantina d’assunzioni
07 Marzo 2017 ore 09:35

BIELLA – Si erano presentati in quasi mille, precisamente 983 al concorsone indetto dell’Asl di Biella per ricercare nove infermieri da assumere a tempo indeterminato all’interno delle strutture biellesi. Di questi sono entrati nella graduatoria dalla quale attinge l’Azienda sanitaria locale in 116 dopo una lunga serie di prove che hanno scremato il numero dei partecipanti. Essere selezioni e messi in lista è fondamentale perché tale graduatoria resta in vigore per tre anni e le assunzioni future avvengono proprio attingendo a tale lista. 
Che qualcosa si sia sbloccato dopo che la Regione Piemonte è uscita dal piano di rientro che, di fatto, bloccava qualsiasi tipo di assunzione e stabiliva un ricambio minimo tra chi andava in pensione e chi poteva accedere al lavoro è dato proprio dal fatto che la graduatoria finale del concorsone è scorsa molto velocemente dall’Asl di Biella. Sono già una cinquantina, infatti, le figure professionali che in questi mesi sono state contattate per accedere al posto indeterminato. Di queste alcune avevano già trovato un’altra sistemazione, ma buona parte è stata assunta. Nei prossimi mesi, con eventuali pensionamenti, l’Asl di Biella continuerà ad attingere dalla lista di chi ha superato le lunghe prove previste dal concorso. Insomma, la laurea in infermieristica si dimostra ancora una volta una di quelle che, nel breve periodo, permette ai giovani di entrare nel mondo del lavoro.

BIELLA – Si erano presentati in quasi mille, precisamente 983 al concorsone indetto dell’Asl di Biella per ricercare nove infermieri da assumere a tempo indeterminato all’interno delle strutture biellesi. Di questi sono entrati nella graduatoria dalla quale attinge l’Azienda sanitaria locale in 116 dopo una lunga serie di prove che hanno scremato il numero dei partecipanti. Essere selezioni e messi in lista è fondamentale perché tale graduatoria resta in vigore per tre anni e le assunzioni future avvengono proprio attingendo a tale lista. 
Che qualcosa si sia sbloccato dopo che la Regione Piemonte è uscita dal piano di rientro che, di fatto, bloccava qualsiasi tipo di assunzione e stabiliva un ricambio minimo tra chi andava in pensione e chi poteva accedere al lavoro è dato proprio dal fatto che la graduatoria finale del concorsone è scorsa molto velocemente dall’Asl di Biella. Sono già una cinquantina, infatti, le figure professionali che in questi mesi sono state contattate per accedere al posto indeterminato. Di queste alcune avevano già trovato un’altra sistemazione, ma buona parte è stata assunta. Nei prossimi mesi, con eventuali pensionamenti, l’Asl di Biella continuerà ad attingere dalla lista di chi ha superato le lunghe prove previste dal concorso. Insomma, la laurea in infermieristica si dimostra ancora una volta una di quelle che, nel breve periodo, permette ai giovani di entrare nel mondo del lavoro.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno