Menu
Cerca
corradino

Incidente al Tracciolino del sindaco, spunta indagine della Finanza

Ci sarebbero nuovi guai giudiziari in vista per il sindaco di Biella, Claudio Corradino. Secondo quanto riporta La Stampa, venerdì scorso la Guardia di Finanza si è recata nella sede della Protezione Civile di Biella

Incidente al Tracciolino del sindaco, spunta indagine della Finanza
Cronaca Biella Città, 17 Gennaio 2021 ore 09:03

La Procura avrebbe infatti deciso di aprire un fascicolo su quanto accaduto quella sera in cui il primo cittadino si è ribaltato con il piccolo fuoristrada.

Incidente lungo il Tracciolino

Ci sarebbero nuovi guai giudiziari in vista per il sindaco di Biella, Claudio Corradino. Secondo quanto riporta La Stampa, venerdì scorso la Guardia di Finanza si è recata nella sede della Protezione Civile di Biella per acquisire documenti relativi all’utilizzo dell’auto di servizio a bordo della quale Corradino ha avuto l’incidente in via Campiglie a Graglia la sera del 4 gennaio. La Procura avrebbe infatti deciso di aprire un fascicolo su quanto accaduto intorno alle 18, ora in cui il primo cittadino si è ribaltato con il piccolo fuoristrada. Corradino ha dichiarato ai giornali che aveva deciso di andare a verificare la situazione in due case lungo il Tracciolino, nei confini del Comune di Biella, perché alcuni residenti erano rimasti isolati a causa della neve.

Cosa succede

Il reato ipotizzato potrebbe essere quello di peculato d’uso della vettura. Sull’incidente si erano innescate furiose polemiche politiche con il gruppo consiliare di Biella al Centro che ha presentato un’interrogazione sul tema. Mentre sui social c’è stata battaglia tra le opposte parti politiche: chi in difesa del sindaco e chi contro il suo atteggiamento, giudicato poco prudente. Corradino si è sempre difeso: “Volevo controllare le condizioni della strada, che in quel momento era aperta. Ho messo la ruota su quello che sembrava un mucchietto di neve e invece era un muretto. Tutto il resto sono soltanto illazioni. Ognuno si assumerà la responsabilità di quanto ha dichiarato”.