Cronaca

Incendio in villetta a Candelo: il giovane denunciato dai carabinieri

Incendio in villetta a Candelo: il giovane denunciato dai carabinieri
Cronaca 11 Agosto 2016 ore 20:05

CANDELO - Sono ancora molto gravi le condizioni di Matteo Milani, il ragazzo di 21 anni che, lunedi? mattina, si e? prima ustionato in casa a causa di un incendio che ha divorato parte della villetta di via Garibaldi (dove il ragazzo vive con i genitori), poi si e? schiantato con l’auto contro il muro di una casa della vicina via XXV Aprile. Ora il giovane si trova ricoverato nel reparto “Grandi ustionati” del Cto di Torino, in prognosi riservata.
Matteo Milani e? in coma farmacologico e non puo? quindi essere interrogato. Sulla vicenda indagano i carabinieri che, in base agli elementi raccolti, hanno denunciato il giovane per incendio doloso.
La villetta, composta da due piani fuori terra, ha riportato danni ingenti ed e? stata dichiarata inagibile.
Cio? che e? successo quella mattina a Candelo e? ancora oggi inspiegabile. L’esatta dinamica dell’episodio e? ancora al vaglio degli inquirenti in quanto non e? stato chiarito se il gesto del giovane, che si trovava a casa da solo mentre i genitori erano in vacanza, sia stato volontario oppure se si e? trattato di un incidente. I vicini di casa hanno dichiarato di aver sentito un’esplosione, poco dopo le 6.30. Ed e? stata forse proprio quell’esplosione ad investire in pieno e a ustionare Matteo Milani che subito dopo e? uscito di casa e si e? allontanato in macchina, probabilmente per recarsi in ospedale. I vicini, quando si sono affacciati alla finestra, lo hanno visto salire sulla Fiat Panda di famiglia. Il giovane ha percorso poche centinaia di metri. Poi - forse per un improvviso malore do- vuto al dolore per le ustioni riportate - si e? schiantato contro il muro di cinta di un’abitazione di via XXV Aprile. L’auto e? andata completamente di- strutta. Matteo e? rimasto incastrato nell’abitacolo. Lo hanno soccorso i Vigili del fuoco e il personale del 118. Portato in un primo momento all'opsedale di Biella e? stato poi trasferito al Cto di Torino.
In paese chi conosce la famiglia Milani e? rimasto sgomento per quanto successo. Matteo Milani e? infatti conosciuto come un ragazzo perbene, studioso, uno «con la testa sulle spalle». Anche per questo motivo, chi conosce il ragazzo, esclude che possa aver appiccato con intenzione il fuoco a casa dei genitori e che si sia trattato di un incidente.
Shama Ciocchetti 

CANDELO - Sono ancora molto gravi le condizioni di Matteo Milani, il ragazzo di 21 anni che, lunedi? mattina, si e? prima ustionato in casa a causa di un incendio che ha divorato parte della villetta di via Garibaldi (dove il ragazzo vive con i genitori), poi si e? schiantato con l’auto contro il muro di una casa della vicina via XXV Aprile. Ora il giovane si trova ricoverato nel reparto “Grandi ustionati” del Cto di Torino, in prognosi riservata.
Matteo Milani e? in coma farmacologico e non puo? quindi essere interrogato. Sulla vicenda indagano i carabinieri che, in base agli elementi raccolti, hanno denunciato il giovane per incendio doloso.
La villetta, composta da due piani fuori terra, ha riportato danni ingenti ed e? stata dichiarata inagibile.
Cio? che e? successo quella mattina a Candelo e? ancora oggi inspiegabile. L’esatta dinamica dell’episodio e? ancora al vaglio degli inquirenti in quanto non e? stato chiarito se il gesto del giovane, che si trovava a casa da solo mentre i genitori erano in vacanza, sia stato volontario oppure se si e? trattato di un incidente. I vicini di casa hanno dichiarato di aver sentito un’esplosione, poco dopo le 6.30. Ed e? stata forse proprio quell’esplosione ad investire in pieno e a ustionare Matteo Milani che subito dopo e? uscito di casa e si e? allontanato in macchina, probabilmente per recarsi in ospedale. I vicini, quando si sono affacciati alla finestra, lo hanno visto salire sulla Fiat Panda di famiglia. Il giovane ha percorso poche centinaia di metri. Poi - forse per un improvviso malore do- vuto al dolore per le ustioni riportate - si e? schiantato contro il muro di cinta di un’abitazione di via XXV Aprile. L’auto e? andata completamente di- strutta. Matteo e? rimasto incastrato nell’abitacolo. Lo hanno soccorso i Vigili del fuoco e il personale del 118. Portato in un primo momento all'opsedale di Biella e? stato poi trasferito al Cto di Torino.
In paese chi conosce la famiglia Milani e? rimasto sgomento per quanto successo. Matteo Milani e? infatti conosciuto come un ragazzo perbene, studioso, uno «con la testa sulle spalle». Anche per questo motivo, chi conosce il ragazzo, esclude che possa aver appiccato con intenzione il fuoco a casa dei genitori e che si sia trattato di un incidente.
Shama Ciocchetti 

Seguici sui nostri canali