Incendio Bergadano Gaglianico: “Allarme rientrato si possono aprire le finestre”

Dal comune di Gaglianico il via libera dopo il devastante incendio. Ma il sindaco di Candelo consiglia il contrario: "Tenetele ancora chiuse"

Incendio Bergadano Gaglianico: “Allarme rientrato si possono aprire le finestre”
Grande Biella, 12 Agosto 2019 ore 17:07

Con il passare delle ore la situazione legata al terribile incendio che ha distrutto la ditta e gli impianti Bergadano di Gaglianico, per lo smaltimento di carta, cartone e soprattutto plastica,  è andata decisamente migliorando. Tuttavia, mentre sul sito del comune di Gaglianico, l’amministrazione scrive letteralmente “ALLARME RIENTRATO: si possono aprire le finestre a seguito dell’incendio”, dal vicino comune di Candelo il sindaco Gelone, pur mostrando ottimista, invita a fare il contrario.

Da Candelo il sindaco consiglia il contrario: “Tenete ancora chiuse le finestre”

“Sono passato poco fa per sincerarmene anche di persona – scrive il sindaco di Candelo Paolo Gelone –  l’incendio è sotto controllo già da qualche ora e i fumi sono di molto ridotti.  A titolo cautelativo consigliamo di tenere ancora la finestre chiuse in attesa degli esiti di laboratorio da parte di Arpa Piemonte, che verranno comunicati ufficialmente domattina.
I tecnici di Arpa Piemonte hanno comunque già effettuato i primi campionamenti in diverse zone del circondario per valutare eventuali conseguenze della ricaduta dei fumi. Questo monitoraggio preliminare non ha evidenziato la presenza nell’aria di inquinanti in concentrazioni rilevanti e comunque i valori risulterebbero al di sotto dei limiti  (LEGGI QUI).

“Grazie di cuore ai vigili del fuoco, sempre preziosissimi, e a tutti coloro che hanno lavorato per contenere le fiamme e per monitorare la situazione – conclude Gelone – Ora vigileremo per capire l’impatto dell’incidente sulla gestione dei rifiuti (plastica, carta e cartone).”

3 foto Sfoglia la gallery
Dai una mano a
Sono ormai settimane che i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano senza sosta per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio.
Tutto questo gratuitamente, senza chiedere nulla in cambio.
Viviamo di pubblicità. Una risorsa che è venuta a mancare nelle ultime settimane a causa delle conseguenze dell'emergenza CoronaVirus.
Per questo ci rivolgiamo a te. Ti chiediamo di sostenere il tuo quotidiano online con un contributo volontario.
Ci aiuterà a superare questo momento, continuando a informarti.
Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei