il caso dentix

«Incassati 12mila euro, poi sono spariti»

La denuncia ai carabinieri: «Effettuato solo in parte l’intervento, ora sono irreperibili»

«Incassati 12mila euro, poi sono spariti»
Biella Città, 15 Giugno 2020 ore 08:30

«Incassati 12mila euro, poi sono spariti».

La denuncia ai Carabinieri

La frustrazione dei clienti di Dentix, la società che ha sede anche a Biella, in via Italia, all’angolo con via Gramsci, ha portato ad importanti ripercussioni anche a Biella. Sono decine e decine le persone che si sono rivolte alle associazioni dei consumatori per denunciare quanto stanno vivendo in queste ultime settimane di riapertura. Perché le saracinesche di Dentix sono ancora abbassate. E non si riescono a trovare interlocutori per riprendere interventi ai denti iniziati e lasciati in sospeso a causa del lockdown e mai più ripresi. Con una piccola peculiarità: in molti i soldi per l’intervento li hanno già sborsati o si sono affidati alle varie finanziarie di fiducia di Dentix per coprire i costi degli interventi. Peccato che di appuntamenti, da marzo a oggi non ne siano più stati fissati. Ecco allora che oltre alle segnalazioni fatte ai consumatori si anche le denunce alle forze dell’ordine. Quella che raccontiamo è di un pensionato che si è rivolto per la moglie a Dentix, per un lavoro per cui ha pagato 12.500 euro in anticipo. Intervento mai completato con diversi problemi riscontrati alla donna dopo l’esportazione di alcuni denti.

Tutta la storia in edicola oggi su Eco di Biella

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità