Cronaca

Inaugurata la Casa della Salute all'ospedale

Inaugurata la Casa della Salute all'ospedale
Cronaca 22 Dicembre 2017 ore 11:53

BIELLA - È stata inaugurata nella mattinata di ieri, giovedì 21 dicembre la Casa della Salute di Biella, la terza dell'Asl Bi dopo le aperture di Cavaglià e Trivero dello scorso giugno. Un'inaugurazione che coincide con l'approvazione da parte dell'Azienda Sanitaria Locale della delibera con cui vengono attivate tutte le 7 Case della Salute previste sul territorio biellese.
In Ospedale dunque, d'ora in avanti, i cittadini troveranno a Piano Terra lato Est una "Casa della Salute" in cui è già presente un Ufficio di Coordinamento infermieristico per le Cure domiciliari e dove da gennaio 2018 in questo spazio ci saranno anche: il Servizio di Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica),  gli Uffici Cure primarie gestiti dai Medici di Medicina Generale (MMG) e dai Pediatri di Libera Scelta (PLS), un Ambulatorio specialistico di Psichiatria e per le Dipendenze, l'Ambulatorio infermieristico per le terapie iniettive, medicazioni, ecc.
È stato siglato, infatti, lo scorso giugno tra l'Asl di Biella e i rappresentanti sindacali provinciali dei Medici di Medicina Generale (FIMMG e SNAMI) e dei Pediatri di Libera Scelta (FIMP) un accordo integrativo aziendale per la partecipazione alla realizzazione del progetto "Casa della Salute".
Una realtà, quella presente all'interno dell'ospedale, che comprende tre piani di servizi per i cittadini: farmaceutica territoriale, vigilanza e assistenza sanitaria, penitenziaria, distribuzione di ausili per l'incontinenza,  Ufficio per la gestione degli inserimenti in strutture Residenziali per Anziani e Disabili, Direzione del Distretto e dei Servizi Amministrativi Territoriali, Coordinamento dei CUP territoriali. 
Presenti anche i nuovi Uffici dedicati alla Protesica, Assistenza Domiciliare Integrata (A.D.I.) e distribuzione dei ricettari per i Medici Convenzionati, tutti posizionati sempre sullo stesso piano nell'ex Area commerciale oltre ad ulteriori servizi collocati comunque entro i confini dell'edificio. In questi mesi è stato portato avanti un lavoro di riorganizzazione complessiva, prevedendo anche alcuni spostamenti e trasferimenti, utili per fare in modo che tale ala potesse essere dedicata a tutti i Servizi territoriali.
"Dopo le prime aperture di Cavaglià e Trivero di giugno scorso, questa inaugurazione – ha sottolineato il direttore generale dell'Asl Bi, dottor Gianni Bonelli - è un ulteriore passo per il completamento del progetto "Case della Salute". L'obiettivo è quello di offrire ai cittadini più servizi territoriali in modo più diretto e funzionale alle loro esigenze, delocalizzando sul territorio presidi polifunzionali, organizzati e multidisciplinari, in grado di rispondere a bisogno di salute specifici".
Per il Direttore del Distretto, dottor Michele Sartore: "In particolare la Casa della Salute di Biella, grazie alla collocazione all'interno del Nosocomio, consentirà la strutturazione di proficui percorsi assistenziali per i pazienti cronici più fragili, potendo contare sulla vicinanza di tutti i servizi ospedalieri".

BIELLA - È stata inaugurata nella mattinata di ieri, giovedì 21 dicembre la Casa della Salute di Biella, la terza dell'Asl Bi dopo le aperture di Cavaglià e Trivero dello scorso giugno. Un'inaugurazione che coincide con l'approvazione da parte dell'Azienda Sanitaria Locale della delibera con cui vengono attivate tutte le 7 Case della Salute previste sul territorio biellese.
In Ospedale dunque, d'ora in avanti, i cittadini troveranno a Piano Terra lato Est una "Casa della Salute" in cui è già presente un Ufficio di Coordinamento infermieristico per le Cure domiciliari e dove da gennaio 2018 in questo spazio ci saranno anche: il Servizio di Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica),  gli Uffici Cure primarie gestiti dai Medici di Medicina Generale (MMG) e dai Pediatri di Libera Scelta (PLS), un Ambulatorio specialistico di Psichiatria e per le Dipendenze, l'Ambulatorio infermieristico per le terapie iniettive, medicazioni, ecc.
È stato siglato, infatti, lo scorso giugno tra l'Asl di Biella e i rappresentanti sindacali provinciali dei Medici di Medicina Generale (FIMMG e SNAMI) e dei Pediatri di Libera Scelta (FIMP) un accordo integrativo aziendale per la partecipazione alla realizzazione del progetto "Casa della Salute".
Una realtà, quella presente all'interno dell'ospedale, che comprende tre piani di servizi per i cittadini: farmaceutica territoriale, vigilanza e assistenza sanitaria, penitenziaria, distribuzione di ausili per l'incontinenza,  Ufficio per la gestione degli inserimenti in strutture Residenziali per Anziani e Disabili, Direzione del Distretto e dei Servizi Amministrativi Territoriali, Coordinamento dei CUP territoriali. 
Presenti anche i nuovi Uffici dedicati alla Protesica, Assistenza Domiciliare Integrata (A.D.I.) e distribuzione dei ricettari per i Medici Convenzionati, tutti posizionati sempre sullo stesso piano nell'ex Area commerciale oltre ad ulteriori servizi collocati comunque entro i confini dell'edificio. In questi mesi è stato portato avanti un lavoro di riorganizzazione complessiva, prevedendo anche alcuni spostamenti e trasferimenti, utili per fare in modo che tale ala potesse essere dedicata a tutti i Servizi territoriali.
"Dopo le prime aperture di Cavaglià e Trivero di giugno scorso, questa inaugurazione – ha sottolineato il direttore generale dell'Asl Bi, dottor Gianni Bonelli - è un ulteriore passo per il completamento del progetto "Case della Salute". L'obiettivo è quello di offrire ai cittadini più servizi territoriali in modo più diretto e funzionale alle loro esigenze, delocalizzando sul territorio presidi polifunzionali, organizzati e multidisciplinari, in grado di rispondere a bisogno di salute specifici".
Per il Direttore del Distretto, dottor Michele Sartore: "In particolare la Casa della Salute di Biella, grazie alla collocazione all'interno del Nosocomio, consentirà la strutturazione di proficui percorsi assistenziali per i pazienti cronici più fragili, potendo contare sulla vicinanza di tutti i servizi ospedalieri".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter