Menu
Cerca
obiettivo

Il sogno di Vigliano: diventare “Città Europea del Vino 2023”

Il paese farà parte del gruppo, con capofila Ghemme, che si candida per traguardo molto ambito

Il sogno di Vigliano: diventare “Città Europea del Vino 2023”
Cronaca Grande Biella, 28 Febbraio 2021 ore 08:54

Il paese di Vigliano fa parte del gruppo che proporrà la candidatura per diventare “Città Europea del Vino 2023”. Un traguardo ambizioso, sia per valorizzare le aziende produttrici di vino viglianese e non solo, ma anche per dare un impulso al settore turistico.

Il Consorzio dell’Alto Piemonte

Il sindaco Cristina Vazzoler spiega come è maturata la scelta: «E’ ovvio che per fare questa richiesta ti devi consorziare, con le quattro province del quadrante dell’Alto Piemonte, Biella, Vercelli, Novara e Verbano Cusio Ossola. Serve per avere le carte in regola per concorrere alla candidatura. Noi ci proponiamo, anche perché oltre ai contributi che arriveranno, ci sarò un impulso al turismo ed al suo indotto, per il territorio è una grande cosa».

Il vino a Vigliano

Le zone di produzione del vino nel territorio viglianese sono diventate tre: «Con Monte Cavallo e Villa Era, per il 2023 speriamo ci possa essere anche la Malpenga. So che hanno già fatto un primo raccolto lo scorso autunno» afferma Vazzoler.