FASE 2

Il sindaco scrive a Conte: “Estetisti e parrucchieri devono riaprire prima di giugno”

Settore in crisi, bisogno degli utenti e pericolo degli irregolari: queste le motivazioni della lettera del primo cittadino di Cavaglià.

Il sindaco scrive a Conte: “Estetisti e parrucchieri devono riaprire prima di giugno”
Basso Biellese, 09 Maggio 2020 ore 16:22

Il sindaco di Cavaglià, Mosè Brizi, si unisce alla causa sposata da altri omologhi, e ha inviato un sollecito al premier Conte e al governatore della Regione Piemonte Cirio.

La richiesta

La richiesta del sindaco di Cavaglià riguarda la riapertura delle attività di acconciatura ed estetica per la fase 2 dell’emergenza Coronavirus, che il premier Conte ha annunciato per il 1° giugno. In particolare, Mosè Brizi chiede che la riapertura avvenga “al più presto”:

“Non solo per soddisfare il bisogno degli utenti, ma anche e soprattutto per non dimenticare questo settore, in crisi come tutte quelle attività che sono state costrette alla chiusura in questo periodo di emergenza. Inoltre, si ritiene che sia assolutamente meglio e più sicuro che certi lavori vengano svolti da professionisti, nel rispetto delle regole previste, piuttosto che da persone magari improvvisate ed in luoghi non idonei”.

ECO DI BIELLA EDIZIONE DIGITALE la tua copia a 0,99 euro

LE ALTRE NOTIZIE NELLA HOME

SU FACEBOOK ISCRIVITI AL NOSTRO GRUPPO prima BIELLA

SU TWITTER SEGUI @ecodibiella

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità