Il festival giovanile biellese di musica classica si sposta a Cossato

Il festival giovanile biellese di musica classica si sposta a Cossato
Cronaca 11 Ottobre 2016 ore 14:29

Prosegue, con successo, il Festival Giovanile Biellese di musica classica, sotto la direzione artistica del m°. Simone Sarno, organizzato dalla scuola di musica Sonòria e dall’Istituto Civico Musicale ‘’Rossini’’ di Cossato, con il patrocinio della Provincia di Biella e del Comune di Cossato.

Dopo la prima fase, che si è svolta, nelle scorse due domeniche, nella sala ‘’Il Cantinone’ del Palazzo della Provincia, nelle prossime due domeniche, sempre con inizio alle 17 e ad ingresso libero, il Festival si sposterà a Cossato: si terrà, infatti,  nella sala eventi ‘’Giuliana Pizzaguerra’’ di Villa Ranzoni.

Domenica, si esibirà al flauto Sofiia Matvienko, brillante vincitrice del Concorso Internazionale Flautistico ‘’Severino Gazzelloni’’ di Roccasecca, ed. 2016.

Domenica 23, infine, la conclusione del riuscito Festival Giovanile Biellese con l’attesa esibizione di: Cristina Cazac (al violino) e di Angelo Antonino Aliberti (al pianoforte). 

 

Prosegue, con successo, il Festival Giovanile Biellese di musica classica, sotto la direzione artistica del m°. Simone Sarno, organizzato dalla scuola di musica Sonòria e dall’Istituto Civico Musicale ‘’Rossini’’ di Cossato, con il patrocinio della Provincia di Biella e del Comune di Cossato.

Dopo la prima fase, che si è svolta, nelle scorse due domeniche, nella sala ‘’Il Cantinone’ del Palazzo della Provincia, nelle prossime due domeniche, sempre con inizio alle 17 e ad ingresso libero, il Festival si sposterà a Cossato: si terrà, infatti,  nella sala eventi ‘’Giuliana Pizzaguerra’’ di Villa Ranzoni.

Domenica, si esibirà al flauto Sofiia Matvienko, brillante vincitrice del Concorso Internazionale Flautistico ‘’Severino Gazzelloni’’ di Roccasecca, ed. 2016.

Domenica 23, infine, la conclusione del riuscito Festival Giovanile Biellese con l’attesa esibizione di: Cristina Cazac (al violino) e di Angelo Antonino Aliberti (al pianoforte).