Cronaca

Il commosso addio all’oculista Laura Celesia

Il commosso addio all’oculista Laura Celesia
Cronaca 13 Settembre 2015 ore 08:57

BIELLA - Erano in tantissimi per tributare l’ultimo saluto a Laura Celesia, stimata oculista di Biella, mancata ad appena 60 anni. Aveva per anni messo la sua professionalità anche al servizio dell’Unione italiana ciechi sezione di Biella, con la quale collaborava garantendo parecchie visite gratuite. Ed è proprio Adriano Gilberti, presidente regionale, che la ricorda così: «Quando una telefonata mi ha avvertito della “partenza” della dottoressa Laura Celesia, sono rimasto senza parole. Sapevo della sua lotta contro il male, ma evitavo volutamente di pensarci.  Tra noi c’era una grande stima reciproca… Per chi lavora tutta la settimana, il sabato e la domenica sono “sacri” eppure lei ha donato innumerevoli sabati offrendo la sua ricca competenza. Veniva alla sede dell’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti e visitava gratuitamente svariate persone.   Era tanta la sua umanità,  che sovente, spaziava su campi che non erano esclusivamente riguardanti la vista. Oserei dire che, abbracciando in toto il paziente, dava consigli, indirizzava, incoraggiava. In alcune patologie oculari, dove si sentiva meno sicura sulla diagnosi, non esitava ad inviare i pazienti ad altri colleghi di fiducia, dimostrando la grande umiltà che l’ha sempre contraddistinta. Il bene che ha fatto e trasmesso rimarrà  certamente impresso nelle persone che durante questi anni hanno avuto l’occasione di avvicinarla. La prematura scomparsa della dottoressa, ha lasciato in me ed in tanti soci dell’Uici un vuoto che rimarrà sempre incolmabile. 

Al dolore di Gilberti si unisce anche l’Asl di Biella. «L’Azienda sanitaria locale intende ricordare l’oculista Laura Celesia, scomparsa mercoledì all’età di 59 anni. Il medico biellese ha iniziato a collaborare con l’Asl Bi nel marzo del 1988, presso il poliambulatorio di Cossato, e nel luglio del 1989 ha ottenuto l’incarico di specialista ambulatoriale titolare di Oculistica. Lavorava sia al poliambulatorio di Biella - via Fecia, sia al poliambulatorio di Cossato, dove arrivava a visitare anche 200 persone nell’arco delle 29 ore settimanali di attività». 

E.P.

Cronaca

Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 12 settembre 2015

BIELLA - Erano in tantissimi per tributare l’ultimo saluto a Laura Celesia, stimata oculista di Biella, mancata ad appena 60 anni. Aveva per anni messo la sua professionalità anche al servizio dell’Unione italiana ciechi sezione di Biella, con la quale collaborava garantendo parecchie visite gratuite. Ed è proprio Adriano Gilberti, presidente regionale, che la ricorda così: «Quando una telefonata mi ha avvertito della “partenza” della dottoressa Laura Celesia, sono rimasto senza parole. Sapevo della sua lotta contro il male, ma evitavo volutamente di pensarci.  Tra noi c’era una grande stima reciproca… Per chi lavora tutta la settimana, il sabato e la domenica sono “sacri” eppure lei ha donato innumerevoli sabati offrendo la sua ricca competenza. Veniva alla sede dell’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti e visitava gratuitamente svariate persone.   Era tanta la sua umanità,  che sovente, spaziava su campi che non erano esclusivamente riguardanti la vista. Oserei dire che, abbracciando in toto il paziente, dava consigli, indirizzava, incoraggiava. In alcune patologie oculari, dove si sentiva meno sicura sulla diagnosi, non esitava ad inviare i pazienti ad altri colleghi di fiducia, dimostrando la grande umiltà che l’ha sempre contraddistinta. Il bene che ha fatto e trasmesso rimarrà  certamente impresso nelle persone che durante questi anni hanno avuto l’occasione di avvicinarla. La prematura scomparsa della dottoressa, ha lasciato in me ed in tanti soci dell’Uici un vuoto che rimarrà sempre incolmabile. 

Al dolore di Gilberti si unisce anche l’Asl di Biella. «L’Azienda sanitaria locale intende ricordare l’oculista Laura Celesia, scomparsa mercoledì all’età di 59 anni. Il medico biellese ha iniziato a collaborare con l’Asl Bi nel marzo del 1988, presso il poliambulatorio di Cossato, e nel luglio del 1989 ha ottenuto l’incarico di specialista ambulatoriale titolare di Oculistica. Lavorava sia al poliambulatorio di Biella - via Fecia, sia al poliambulatorio di Cossato, dove arrivava a visitare anche 200 persone nell’arco delle 29 ore settimanali di attività». 

E.P.

Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 12 settembre 2015

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter