Cronaca

Il “cattivo” della 'Ndrangheta

Il “cattivo” della 'Ndrangheta
Cronaca 25 Marzo 2017 ore 13:37

E’ stato catturato dalla Squadra mobile della Questura di Biella, Suvad Operta, 37 anni, nato a Vares (Bosnia Erzegovina), pericoloso latitante sfuggito alla cattura nell’operazione di polizia denominata “Alto Piemonte” coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia, che nei mesi scorsi aveva portato in carcere e ai domiciliari 18 persone ritenute dagli inquirenti affiliati alla ‘Ndrangheta e facenti parte della “locale” di Santhia?. La cosca sarebbe stata attiva nelle province di Torino, Biella, Vercelli e Novara. Il bosniaco arrestato era il “braccio operativo”.

Valter Caneparo

Leggi di più sull'Eco di Biella di sabato 25 marzo 2017 

 

E’ stato catturato dalla Squadra mobile della Questura di Biella, Suvad Operta, 37 anni, nato a Vares (Bosnia Erzegovina), pericoloso latitante sfuggito alla cattura nell’operazione di polizia denominata “Alto Piemonte” coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia, che nei mesi scorsi aveva portato in carcere e ai domiciliari 18 persone ritenute dagli inquirenti affiliati alla ‘Ndrangheta e facenti parte della “locale” di Santhia?. La cosca sarebbe stata attiva nelle province di Torino, Biella, Vercelli e Novara. Il bosniaco arrestato era il “braccio operativo”.

Valter Caneparo

Leggi di più sull'Eco di Biella di sabato 25 marzo 2017