Menu
Cerca

I guzzisti hanno incontrato il loro angelo custode

Dopo una lunga attesa, Sandrine Poli e Daniele Tomiello, la coppia di Sostegno protagonista di un incidente in Lombardia, hanno incontrato il loro angelo custode.

I guzzisti hanno incontrato il loro angelo custode
Valli Mosso e Sessera, 27 Gennaio 2020 ore 12:00

I guzzisti hanno incontrato il loro angelo custode.

Dopo una lunga attesa, Sandrine Poli e Daniele Tomiello, la coppia di Sostegno protagonista di un incidente avvenuto nello scorso settembre sulla Statale 36 in Lombardia, hanno incontrato il loro angelo custode: Dario, ragazzo di Parma, che li aveva soccorsi. «È stato emozionante da entrambi le parti – ha detto Sandrine Poli – siamo finiti in un grande abbraccio. Da una disgrazia, ad un amicizia unica che ci legherà per sempre».

L’appello dei guzzisti

I due avevano lanciato un appello per ritrovare la persona che, dopo essere stato vicino a loro in attesa dell’ambulanza, si era allontanato con l’arrivo dei soccorsi. Tutto è accaduto sabato 7 settembre: Sandrine e Daniele erano reduci dal grande Motoraduno Guzzi andato in scena a Mandello, nel Lecchese. Stavano tornando a casa in sella alla loro Moto Stelvio quando, all’altezza di Monza, erano rimasti coinvolti in un terribile sinistro che provocò loro importanti ferite (un trauma cranico e tre costole rotte per la centaura mentre il marito Daniele riportò un trauma alla mano e ai testicoli dovuto al serbatoio). A soccorrerli però, ancora prima dell’intervento dei sanitari inviati dalla centrale operativa dell’Agenzia Regionale di Emergenza e Urgenza, era stato uno sconosciuto che era alle loro spalle al momento dell’incidente, che indossava un casco giallo.

Vicino

«È stato costantemente al nostro fianco, a me, che ero sdraiata sull’asfalto, di lato, aspettando i soccorsi, e soprattutto a sostenere mio ma-
rito, che era in confusione totale per la paura di perdermi» ha spiegato Sandrine. Moglie e marito erano poi stati trasferiti d’urgenza al san Gerardo di Monza e avevano perso le sue tracce. Fino al giorno dell’Epifania, quando Dario ha scritto su Facebook ai due dopo aver letto l’appello per poterlo ritrovare. Per lui anche un’apprezzata targa voluta dalla coppia in suo onore.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DI ECO DI BIELLA

Novità: Iscriviti al nostro gruppo Facebook Biella Netweek

SU FACEBOOK SEGUI anche la nostra pagina ufficiale Eco di Biella: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

SU TWITTER SEGUI @ECODIBIELLA

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli