alla brughiera di mosso

I giovani che riaprono la locanda di famiglia

Mirko Mantovan, e la sua compagna, sulle orme degli avi che la gestirono negli anni Venti

I giovani che riaprono la locanda di famiglia
Valli Mosso e Sessera, 24 Luglio 2020 ore 09:08

I giovani che riaprono la locanda di famiglia.

La storia arriva da Mosso

La passione comune per la terra li ha fatti conoscere e innamorare. E oggi, Mirko Mantovan, 28 anni, e la sua compagna Miriam Francesa Morel, di 23, hanno deciso di intraprendere una nuova avventura imprenditoriale proprio nel settore agricolo e nella produzione di prodotti a chilometro zero come miele e ortaggi. Così, a fianco del Santuario della Brughiera di Mosso, è rinata la locanda Gribaud, appartenuta agli avi di Mirko, la famiglia Bozzo Signoret, intorno agli anni Venti: «Ci sentiamo custodi di questo piccolo fazzoletto di terra – spiega – conservato dalle generazioni passate, in particolare dai miei trisnonni. L’obiettivo è di dare un servizio genuino, ma soprattutto locale. Il tutto ad un ritmo di vita molto più tranquillo».

Il loro racconto completo in edicola su Eco di Biella

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno