Menu
Cerca

I furti in casa? In realtà sono diminuiti

I furti in casa? In realtà sono diminuiti
Cronaca 04 Gennaio 2016 ore 18:04

Con uno scarno comunicato, i carabinieri hanno precisato che, nell’anno appena trascorso, è calato dell’11 per cento il numero dei furti (compresi quelli in abitazione). In calo del 3 per cento anche i danneggiamenti in genere. Non ci sono stati episodi di grave entità  quali omicidi e sequestri  di persona e risulta limitato il numero delle rapine. Non  vengono citati i reati di violenza  in genere che sarebbero in lieve aumento, dallo  stalking alle violenze in famiglia passando dagli abusi su minori e sulle donne.
In aumento, quantomeno negli ultimi tempi, per quanto è dato a sapere, anche  le aggressioni alle persone anziane. Si pensava che  lo scippatore delle pensionate nella zona del Piazzo fosse  stato catturato un mese fa  anche grazie all’aiuto di due  passanti che lo avevano  bloccato e consegnato ai carabinieri.  Ma pochi giorni  fa, in corso del Piazzo, si è consumata un’altra brutale  aggressione con la pensionata  presa di mira che è stata picchiata e derubata della borsetta contenente 70 euro. Per quella misera somma, è stata mandata in ospedale con una prognosi che sfiora i due mesi.
Sempre dallo scarno comunicato che riassume  l’attività di un anno dei  carabinieri, si evince che i  reati denunciati al comando di via Rosselli, alla Compagnia  di Cossato e in tutti i  comandi stazione del territorio,  sono stati 5.448 (il 75  per cento dei 7.250 complessivi), dei quali ne sono  stati scoperti 1.738. Le chiamate pervenute al numero “112” sono state 16.472,  con una media di circa 46  chiamate al giorno. Gli interventi in proposito sono stati 4.135.
Tra le operazioni, quella che spicca maggiormente è di sicuro il recupero di circa 135 chili di marijuana con l’arresto di cinque presunti spacciatori che avrebbero inondato il Biellese con quello stupefacente.  Blitz e arresti sono avvenuti prima di Natale e hanno visto la collaborazione di polizia e carabinieri.

Valter Caneparo

 

Leggi di più sull'Eco di Biella di lunedì 4 gennaio 2016 

 

Con uno scarno comunicato, i carabinieri hanno precisato che, nell’anno appena trascorso, è calato dell’11 per cento il numero dei furti (compresi quelli in abitazione). In calo del 3 per cento anche i danneggiamenti in genere. Non ci sono stati episodi di grave entità  quali omicidi e sequestri  di persona e risulta limitato il numero delle rapine. Non  vengono citati i reati di violenza  in genere che sarebbero in lieve aumento, dallo  stalking alle violenze in famiglia passando dagli abusi su minori e sulle donne.
In aumento, quantomeno negli ultimi tempi, per quanto è dato a sapere, anche  le aggressioni alle persone anziane. Si pensava che  lo scippatore delle pensionate nella zona del Piazzo fosse  stato catturato un mese fa  anche grazie all’aiuto di due  passanti che lo avevano  bloccato e consegnato ai carabinieri.  Ma pochi giorni  fa, in corso del Piazzo, si è consumata un’altra brutale  aggressione con la pensionata  presa di mira che è stata picchiata e derubata della borsetta contenente 70 euro. Per quella misera somma, è stata mandata in ospedale con una prognosi che sfiora i due mesi.
Sempre dallo scarno comunicato che riassume  l’attività di un anno dei  carabinieri, si evince che i  reati denunciati al comando di via Rosselli, alla Compagnia  di Cossato e in tutti i  comandi stazione del territorio,  sono stati 5.448 (il 75  per cento dei 7.250 complessivi), dei quali ne sono  stati scoperti 1.738. Le chiamate pervenute al numero “112” sono state 16.472,  con una media di circa 46  chiamate al giorno. Gli interventi in proposito sono stati 4.135.
Tra le operazioni, quella che spicca maggiormente è di sicuro il recupero di circa 135 chili di marijuana con l’arresto di cinque presunti spacciatori che avrebbero inondato il Biellese con quello stupefacente.  Blitz e arresti sono avvenuti prima di Natale e hanno visto la collaborazione di polizia e carabinieri.

 
Valter Caneparo

Leggi di più sull'Eco di Biella di lunedì 4 gennaio 2016