LA CONTA DEI DANNI in provincia

“Hydro crollato come un castello di carta”, primo bilancio del Biellese martoriato dal maltempo

La testimonianza del vicesindaco Moscarola, impegnato sul campo. La zona più colpita la Valle Cervo. Ecco strade provinciali chiuse e le maggiori frane.

“Hydro crollato come un castello di carta”, primo bilancio del Biellese martoriato dal maltempo
Biella Città, 03 Ottobre 2020 ore 12:39
Dalla Valle Elvo a Valdilana, nel mezzo Biella città. Tutta la provincia è stata duramente piegata dal maltempo. Comincia la conta dei danni, tra strada mangiate dalla furia dell’acqua, frane diffuse, ponti e tratti chiusi.

Il bilancio

A fare un bilancio è il vicesindaco Giacomo Moscarola, impegnato in queste ore in prima linea: “La Valle Cervo la più zona del Biellese più colpita (nella foto di copertina). Sono appena salito per un sopralluogo, la situazione peggiore è la strada caduta prima di Campiglia verso Piedicavallo”.
La Valle di fatto è isolata. Proprio a Piedicavallo è crollato lo storico Ponte della Coda, simbolo della Valle:
Moscarola era presente, questa notte, quando parte del complesso di Cittadellarte è crollato per la piena del Cervo: “Quando Hydro è crollato, il livello del Cervo era all’altezza del fabbricato. L’acqua ha iniziato a mangiare il terreno, abbiamo avvisato chi dormiva a Cittadellarte e chi spostava le attrezzature per metterle in salvo. Cinque minuti dopo è venuto già tutto, un boato e Hydro è crollato come un castello di carte”.
In generale, si registrano “danni un po’ ovunque anche in città, quattro frane a Cossila e al Favaro, poi al Vandorno, Pavignano. La via verso il Santuario di Oropa è interessata da colate di fango, transitabile ma con prudenza. Quanto alle frane, sono da monte, questo è positivo, basterà portare via quanto caduto in strada; ben altra cosa sono le strade distrutte. Alle 13 ci sarà il nuovo bollettino Arpa e capiremo se l’allerta verrà abbassata da arancione a gialla”.
La situazione in Valle Cervo

Strade chiuse

Intanto, la sala operativa per il monitoraggio della viabilità della Provincia di Biella ha diramato l’elenco delle strade provinciali attualmente chiuse.

Sul territorio della Città di Biella, oltre all’interruzione al Favaro, si segnala la chiusura della galleria, con direzione Mongrando, della tangenziale Sud.

In Valdilana

Situazioni di criticità importante in particolare anche sul territorio di Valdilana. Ecco le segnalazioni dell’amministrazione comunale.
MUNICIPALITÀ DI TRIVERO:
– frana tra frazione Ronco/Vico zona scuole
– frana tra frazione Grillero/Mazzucco
– frazione Fila strada chiusa per frana
– frana tra frazione Bulliana/Giardino zona cimitero
– piante sull’illuminazione pubblica in frazione Piana
– ghiaia sullo stradone in frazione Pratrivero e mancanza di acqua correte
– tranciata illuminazione pubblica in frazione Zoccolo
– frana in frazione Cereie in zona chiesa
– sassi sulla strada in zona Lanificio Ferla
– esondazione rio canale zona Manifattura di Ponzone
– interruzione di corrente zona Roveglio/Panoramica
– interruzione dell’acqua in frazione Pratrivero e Pramorisio
MUNICIPALITÀ DI SOPRANA:
– cavi alta tensione a terra in frazione Cerreia
– frana tra frazione Baltigati/Sella
– frana tra il bivio di frazione Cerreia/Rigozzo
MUNICIPALITÀ DI MOSSO:
– frana tra Mosso/Veglio vicino ai condomini
– frana località Pistolesa
– frana tra frazione Sella/Frieri
– strada chiusa a causa frana in frazione Ometre
– frana frazione Mina a valle dello stradone
MUNICIPALITÀ DI VALLE MOSSO:
– frana in frazione Gallo
– frana in frazione Simone
– caduta palo Illuminazione pubblica in frazione Picco
– strada chiusa a causa frana in frazione Premarcia
L’Amministrazione Comunale con la collaborazione dei soggetti preposti sta lavorando per ripristinare al più presto le varie situazioni in ordine di priorità. Inoltre è stato avvisato il CORDAR per quanto riguarda la mancanza dell’acqua e l’ENEL per la corrente.
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno