Controlli della Polizia stradale

"Ho fretta, sto andando a un funerale e sono in ritardo". Ma era ubriaco

Tasso alcolico il doppio rispetto al limite massimo consentito: denunciato e senza patente.

"Ho fretta, sto andando a un funerale e sono in ritardo". Ma era ubriaco
Cronaca Biella Città, 31 Agosto 2021 ore 12:10

"Ho fretta, sto andando a un funerale e sono in ritardo". Ma era ubriaco.

Fermato in Valsesia

Ubriaco mentre - a suo dire - si sta recando a un funerale con molta fretta. E' accaduto domenica verso le 10 in località SP 299 Balmuccia, nella vicina Valsesia, durante un posto di controllo eseguito da una pattuglia del Distaccamento Polstrada di Varallo. E' stato sottoposto a
controllo un’autovettura condotta da un uomo di 33 anni, residente ad Arona (Novara). Il conducente ha spiegato agli agenti della Polstrada di avere molta fretta in quanto in ritardo per un funerale.

Alito vinoso

In tale frangente, gli agenti si sono accorti che l’uomo palesava un forte alito vinoso e pertanto hanno deciso di procedere al controllo con apparecchiatura etilometro la quale evidenziava un tasso alcolico con valori pari al doppio di quelli consentiti. Per tali motivi l’uomo veniva deferito all’Autorità giudiziaria per guida in stato d’ebrezza. La patente di guida è stata ritirata per la successiva sospensione.