Ieri a Occhieppo Inferiore

Gli entrano in casa per notificargli un provvedimento, ma lui è stato appena ricoverato per Covid

Le condizioni dell'uomo si erano nel frattempo aggravate e, quasi in contemporanea, si era recato al Pronto soccorso.

Gli entrano in casa per notificargli un provvedimento, ma lui è stato appena ricoverato per Covid
Cronaca Elvo, 16 Aprile 2021 ore 12:23

Gli entrano in casa per notificargli un provvedimento, ma lui è appena stato ricoverato per Covid.

Provvedimento di quarantena

Gli sono entrati in casa per notificargli un provvedimento di “quarantena” in quanto risultato positivo al Covid-19, temendo che le mancate risposte alle chiamate telefoniche e al citofono fossero dovute ad un malore che lo aveva nel frattempo colpito. In realtà, l’uomo, di mezza età, che abita a Occhieppo Inferiore, era stato proprio in quel momenti ricoverato in ospedale in considerazione dell’aggravarsi delle sue condizioni.

Entrati in casa

E’ accaduto ieri sera quando, alla porta di casa dell’uomo, hanno bussato i Carabinieri del comando di Occhieppo chiamati direttamente dal sindaco, Monica Mosca - preoccupata della mancata risposta da parte dell’uomo -, che hanno deciso di entrare nell’abitazione con l’aiuto dei Vigili del fuoco. In casa, però, non hanno trovato nessuno.

Era già in ospedale

Erano le 18 e 50. Purtroppo, a causa dell’aggravarsi delle sue condizioni, l’uomo era da poco transitato dal Pronto soccorso per poi essere portato nel reparto di terapia semintensiva. Ancora però non risultava tra i ricoverati quando, praticamente in contemporanea, i Carabinieri avevano telefonato per chiedere informazioni prima di procedere all’apertura dell’appartamento.