Gli alpini piangono Mauro Berghi

Aveva 68 anni. Il ricordo di Domus e Asad.

Gli alpini piangono Mauro Berghi
Biella Città, 24 Marzo 2020 ore 13:47

Gli alpini della Sezione Ana di Biella piangono Mauro Berghi, mancato nella notte tra domenica e lunedì 23 marzo all’età di 68 anni. Abitava a Ronco Biellese ma faceva parte del gruppo del Favaro.

La morte di Mauro Berghi

Berghi era molto impegnato nell’attività del gruppo degli alpini del Favaro, di cui era vicecapogruppo e responsabile del magazzino. Sempre presente a tutte le iniziative era una colonna portante del gruppo stesso. La sua scomparsa lascia un grande vuoto all’interno dell’intera comunità. Lascia la moglie Rosina e il figlio Francesco, a cui era affezionatissimo.

Il ricordo della Domus Laetitiae

«Oggi è un giorno molto triste per la nostra realtà e per il territorio biellese – si legge sulla pagina della Domus Laetitiae: è mancato Mauro, papà e amico della Domus Laetitiae. Ci stringiamo, tutti, vicino alla famiglia in questo momento che non avremmo mai voluto vivere».

E quello dell’Asad di Biella

«Caro Mauro, è difficile dirti addio, soprattutto ora – si legge sul profilo Facebook dell’Asad Biella -. Ognuno di noi ha un ricordo speciale di te e almeno 10 aneddoti da raccontare. Per anni abbiamo trascorso tempo insieme, durante i Giochi Special Olympics, durante le trasferte con i nostri ragazzi, durante la settimana quando passavi per un saluto, durante le riunioni e le cene insieme. Con Ezio sei stato l’infaticabile compagno del gruppo di zio Gaetano durante i Giochi Special Olympics. Sei stato dietro le quinte a lavorare sodo, a sporcarti le mani: un lavoro invisibile ma fondamentale che ha reso ogni evento Special Olympics veramente “speciale”. Come dimenticare le tue sfuriate o la tua ossessione per le fascette? Tutto doveva essere perfetto per accogliere i nostri ragazzi. Ti ricordiamo forse un po’ rude ma con un cuore grande, sempre aperto. Ti ricordiamo con la tua voglia di fare e con la pazienza di insegnare. È una dote rara riuscire a insegnare qualcosa con tanta semplicità da non rendersi nemmeno conto di farlo. E forse è anche per questo motivo che sei stato e sarai sempre così Special.
Alziamo il bicchiere e brindiamo a te, come abbiamo sempre fatto insieme. Grazie. Buon viaggio, amico nostro».

ECO DI BIELLA EDIZIONE DIGITALE la tua copia a 0,99 euro

LE ALTRE NOTIZIE NELLA HOME

SU FACEBOOK ISCRIVITI AL NOSTRO GRUPPO prima BIELLA

SU TWITTER SEGUI @ecodibiella

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità