Giudici, ma senza garanzie

Giudici, ma senza garanzie
10 Dicembre 2014 ore 21:32

«Il Governo continua ad ignorare il problema della magistratura precaria senza diritti, pagata a cottimo e utilizzata per coprire l’ordinaria esigenza di giustizia. Un vizio tutto italiano, come per il caso dei precari della scuola. Nella speranza, un giorno, di trovare un giudice a Berlino che sanzioni uno stato iniquo, proseguiamo nella nostra lotta per condizioni di lavoro giuste…». E’ Pietro Brovarone, segretario provinciale nonché consigliere nazionale Federmot (Federazione magistrati onorari di tribunale), ad annunciare l’ennesima astensione dalle udienze civili e penali e dalle altre attività, per tutta la settimana, da parte dei giudici e dei piemme onorari che lavorano in tribunale a Biella.

SERVIZIO DOMATTINA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA

«Il Governo continua ad ignorare il problema della magistratura precaria senza diritti, pagata a cottimo e utilizzata per coprire l’ordinaria esigenza di giustizia. Un vizio tutto italiano, come per il caso dei precari della scuola. Nella speranza, un giorno, di trovare un giudice a Berlino che sanzioni uno stato iniquo, proseguiamo nella nostra lotta per condizioni di lavoro giuste…». E’ Pietro Brovarone, segretario provinciale nonché consigliere nazionale Federmot (Federazione magistrati onorari di tribunale), ad annunciare l’ennesima astensione dalle udienze civili e penali e dalle altre attività, per tutta la settimana, da parte dei giudici e dei piemme onorari che lavorano in tribunale a Biella.

SERVIZIO DOMATTINA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità