Cronaca
fuga e sparatoria

Furto in stile cinematografico alla Loro Piana. Ladri di cachemire in fuga, i carabinieri sparano alle gomme

Pattuglie dei carabinieri e polizia stradale all'inseguimento, ma vengono appiedati dai chiodi lanciati dai banditi. Tre in fuga nei campi, un quarto furgone sparito

Furto in stile cinematografico alla Loro Piana. Ladri di cachemire in fuga, i carabinieri sparano alle gomme
Cronaca 13 Novembre 2021 ore 23:40

Sembra la trama di un film, di un action movie il furto messo a segno la notte scorsa ai danni dei magazzini novaresi del gruppo Loro Piana, per la precisione a Sillavengo, dove un commando di ladri si sono dati alla fuga a bordo di due furgoni con decine di migliaia di euro di refurtiva in capi di abbigliamento in cachemire, destinati all'esportazione.

I carabinieri sparano alle gomme, poi restano a loro volta bloccati dai chiodi

Secondo quanto emerso dalle indagini dei carabinieri novaresi, uno dei due furgoni si è dato alla macchia, mentre un secondo, intercettato da una pattuglia dell'Arma che si stava recando presso l'azienda, dove era scattato nel frattempo l'allarme, è andato a schiantarsi nella fuga, anche grazie al fatto che i carabinieri hanno sparato alle gomme, forandole.

I tre malviventi che si trovavano a bordo si sono dati alla fuga attraverso i campi, lungo la statale della Valsesia, a circa 6 chilometri dal luogo del furto, dopo aver attraversato i binari della linea Novara-Varallo, nei pressi di un passaggio a livello. Prima di abbandonare il mezzo incidentato (all'interno del quale è stata recuperata circa metà della refurtiva) la banda era riuscita ad appiedare le forze dell'ordine (tre pattuglie dei carabinieri e una della stradale, oltre ad altre tre auto civili) cospargendo la strada di grossi chiodi lanciati sull'asfalto attraverso contenitori in vetro andati in frantumi dopo il lancio dal mezzo in fuga.

Non solo, prima di mettere a segno il colpo, per garantirsi una fuga sicura, avevano bloccato la strada d'accesso con due furgoni rubati nel Milanese un paio di settimane prima. I ladri sono entrati forzando una recinzione situata nella parte posteriore del magazzino, successivamente raggiunto sfondando il cancello con gli stessi furgoni usati per la fuga e in precedenza caricati con la merce rubata. Le immagini riprese dalle telecamere inquadrerebbero sei uomini in tutto (tre fuggiti su un furgone, quello intercettato, tre sull'altro, che è riuscito a far perdere le proprie tracce). Avevano il volto coperto e indossavano guanti.