Cronaca

Furti a raffica ai confini di Biella

Furti a raffica ai confini di Biella
Cronaca 01 Settembre 2015 ore 21:42

Furti a raffica negli ultimi giorni di agosto, soprattutto nel basso Biellese. Ad essere presa di mira, in particolare, è la zona di Vigliano e di Candelo, oltre che la zona di confine con Biella, soprattutto Chiavazza. Gli ultimi episodi di cronaca sono recentissimi. Nella notte tra sabato e domenica, ignoti si sono infatti introdotti in un’abitazione di Vigliano, utilizzando una porta finestra. L’allarme è stato lanciato da una donna che ha chiesto l’intervento dei carabinieri per denunciare il furto di circa 250 euro contenuti in due portafogli. I ladri si sono introdotti nella casa utilizzando la finestra della camera del figlio della donna, senza però lasciare tracce. L’ennesimo episodio che mette in allarme l’intera comunità di Vigliano, come conferma lo stesso sindaco della città. 

A Candelo, invece, ignoti si sono introdotti in un’altra abitazione, portandosi via una televisione, altri oggetti e contante per un valore di 1.500 euro. Il furto è stato consumato nel periodo che va dal 25 luglio al 29 agosto, quando il proprietario, un cittadino rumeno di 43 anni, era assente. Solamente al rientro si è accorto dell’ammanco, denunciandolo ai carabinieri.  Un altro colpo è stato consumato a Chiavazza, dove una donna di 67 anni ha denunciato ai carabinieri il furto di monili e gioielli. Il bottino dei ladri è ancora in fase di quantificazione. 

Nonostante i numerosi controlli delle forze dell’ordine e la sempre maggiore collaborazione da parte dei cittadini, pronti ad allertare gli operatori di pubblica sicurezza sulla presenza di eventuali malviventi nella zona, i colpi continuano a susseguirsi. Soprattutto perché molti biellesi si trovano ancora in vacanza e gli appartamenti rimangono incustoditi. Proprio per questo motivo sono sempre di più i sindaci che stanno pensando all’installazione di sistemi di video sorveglianza come deterrente per i ladri. 

E.P.

Furti a raffica negli ultimi giorni di agosto, soprattutto nel basso Biellese. Ad essere presa di mira, in particolare, è la zona di Vigliano e di Candelo, oltre che la zona di confine con Biella, soprattutto Chiavazza. Gli ultimi episodi di cronaca sono recentissimi. Nella notte tra sabato e domenica, ignoti si sono infatti introdotti in un’abitazione di Vigliano, utilizzando una porta finestra. L’allarme è stato lanciato da una donna che ha chiesto l’intervento dei carabinieri per denunciare il furto di circa 250 euro contenuti in due portafogli. I ladri si sono introdotti nella casa utilizzando la finestra della camera del figlio della donna, senza però lasciare tracce. L’ennesimo episodio che mette in allarme l’intera comunità di Vigliano, come conferma lo stesso sindaco della città. 

A Candelo, invece, ignoti si sono introdotti in un’altra abitazione, portandosi via una televisione, altri oggetti e contante per un valore di 1.500 euro. Il furto è stato consumato nel periodo che va dal 25 luglio al 29 agosto, quando il proprietario, un cittadino rumeno di 43 anni, era assente. Solamente al rientro si è accorto dell’ammanco, denunciandolo ai carabinieri.  Un altro colpo è stato consumato a Chiavazza, dove una donna di 67 anni ha denunciato ai carabinieri il furto di monili e gioielli. Il bottino dei ladri è ancora in fase di quantificazione. 

Nonostante i numerosi controlli delle forze dell’ordine e la sempre maggiore collaborazione da parte dei cittadini, pronti ad allertare gli operatori di pubblica sicurezza sulla presenza di eventuali malviventi nella zona, i colpi continuano a susseguirsi. Soprattutto perché molti biellesi si trovano ancora in vacanza e gli appartamenti rimangono incustoditi. Proprio per questo motivo sono sempre di più i sindaci che stanno pensando all’installazione di sistemi di video sorveglianza come deterrente per i ladri. 

E.P.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter