Furbetti del cartellino: uno patteggia, sei a processo

Due anni di reclusione. Il Comune quantifica la richiesta dei danni.

Furbetti del cartellino: uno patteggia, sei a processo
Biella Città, 16 Gennaio 2019 ore 20:55

Furbetti del cartellino: uno patteggia, sei a processo.

Due anni patteggiati

E’ arrivato il primo patteggiamento e sei rinvii a giudizio nella fase processuale dell’inchiesta sui presunti “furbetti del cartellino” che a ottobre due anni fa aveva riportato Biella alla ribalta della cronaca dei tigì nazionali. Ieri mattina, davanti al giudice dell’udienza preliminare, Paola Rava, ha patteggiato due anni di reclusione, Elio Villano, 57 anni, di Vigliano. Era difeso dall’avvocato Marco Romanello. Il giudice gli ha concesso la sospensione condizionale della pena.

Sei a processo

Gli altri sei imputati hanno scelto la via del processo. La prima udienza è stata fissata per il 17 ottobre.

Licenziato

Villano era stato uno dei due dipendenti comunali licenziati quando i carabinieri avevano messo la parola fine all’inchiesta. Aveva fatto ricorso davanti al giudice del lavoro, ma aveva perso. Si era rivolto in appello, ma anche in questo caso la decisione del Comune di licenziarlo era stata ritenuta legittima dai giudici. Il Comune di Biella ha ieri mattina quantificato la richiesta dei danni.

TUTTI I PARTICOLARI LI POTRETE LEGGERE DOMATTINA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità