Cronaca
calamità

Forte vento e siccità: brucia la Valle Cervo

Devastante incendio doloso a Campiglia. Spento dopo due giorni anche con elicottero e Canadair

Forte vento e siccità: brucia la Valle Cervo
Cronaca Cervo, 11 Aprile 2022 ore 07:00

Forte vento e siccità: brucia la Valle Cervo

Stavolta gli incendiari che per bruciare l’erba secca nei pascoli provocano immensi incendi come quello che per due giorni ha impegnato in Valle Cervo le squadre dei Vigili del fuoco e dei volontari biellesi del Corpo antincendi boschivi del Piemonte (Aib), hanno avuto due complici d’eccezione come la siccità da record che sta imperversando da mesi nella nostra provincia e il vento caldo di föhn che da giorni sta spazzando il Biellese, alza le onde nel Lago di Viverone e prende per mano gli incendi che divorano la natura delle valli.

In azione i Canadair

Per riuscire a tenere testa alle fiamme alimentate dal vento che stavano bruciando ogni cosa nella zona sopra a San Paolo Cervo e alla stupenda frazione di Riabella, nel comune di Campiglia Cervo, tra il Monte Tovo e il Monte Mazzaro, nella giornata di ieri sono intervenuti l’elicottero regionale dei Vigili del fuoco e il Canadair, la gigantesca cisterna d’acqua che ad ogni passaggio scarica sugli incendi migliaia di ettolitri d’acqua (circa seimila litri) mischiati a liquido ritardante.

Il servizio completo in edicola oggi su Eco di Biella

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter