L'INIZIATIVA

Foliage d’autunno all’Oasi Zegna: spettacolo unico tra colori e paesaggi

Sei weekend per scoprire la magia dei colori e i segreti delle piante tra passeggiate, dog trekking, forest therapy e gastronomia locale

Foliage d’autunno all’Oasi Zegna: spettacolo unico  tra colori e paesaggi
Valli Mosso e Sessera, 28 Settembre 2020 ore 11:18

L’arrivo dell’autunno porta a suggestive trasformazioni dell’Oasi Zegna. I colori vivaci dell’estate lasciano posto a quelli cadi ottobrini e novembrini con un’esplosione di gialli, arancioni, rossi, marroni e punte di viola. I toni di luce caldi e le temperature ancora miti offrono la possibilità di vivere il territorio con passeggiate guidate alla scoperta della natura autunnale.

“La caduta delle foglie come il letargo per gli animali”

“La caduta delle foglie – spiega Alessandra Maffeo, laureata in scienze naturali e guida OverAlp in Oasi Zegna – è un po’ come il letargo per gli animali, una questione di risparmio energetico. Ciò che stupisce le persone è il fatto che sia la pianta stessa a decidere di fare questo sacrificio attivando una serie di enzimi che tagliano il picciolo delle foglie. La fotosintesi, responsabile del colore verde delle foglie, è un processo chimico troppo dispendioso in stagioni difficili come l’autunno e l’inverno, motivo per cui la pianta decide di andare al risparmio e di mettere da parte tutte le riserve nelle radici. Col venir meno della fotosintesi, quindi della produzione della clorofilla, viene a mancare il colore verde ed emergono tinte già presenti ma non visibili, come il giallo, l’arancio e il rosso, che sono dovute a pigmenti come i carotenoidi e gli antociani. L’intensità del foliage (e anche la durata) varia di anno in anno, perché dipende dalla condizione climatica dell’estate e dalla velocità con cui arriva il freddo”.

Passeggiate accompagnate in Valsessera – Il programma

10 e 11 – 17 e 18 – 24 e 25 ottobre
Il Bosco del Sorriso

Betulle, abeti, faggi e larici. Sono le piante che si possono ammirare, ascoltare ed abbracciare nel Bosco del Sorriso in Valsessera durante tre weekend di ottobre, non semplici camminate ma percorsi esperienziali accompagnati dalle guide naturalistiche esperte del territorio.
La partenza è al Bocchetto Sessera (1.360 mt) e per circa due ore, con percorsi adatti a grandi e piccoli, gli esperti illustreranno i mutamenti che vivono le piante al sopraggiungere dei primi freddi e l’accorciarsi delle giornate, il perché gli alberi si spogliano delle loro foglie e come si preparano all’arrivo delle rigide temperature invernali.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA su www.overalp.com Tariffe: Intera 12 euro. Ridotti 10, ragazzi 8 euro. Bambini: gratuito. Orari: 10.30 e 14.30. Info: +39.015.0990725 – 349 6252576 – overalp@overalp.com Ritrovo: Bocchetto Sessera – Bielmonte

Passeggiate accompagnate in Brughiera

31 ottobre e 1 novembre – 7 e 8 – 14 e 15 novembre
In Brughiera

Nelle vicinanze di Trivero Valdilana, dove ha sede il Lanificio Zegna a 800 metri di altitudine, vengono proposti tre weekend di escursioni guidate adatte a tutti tra i secolari boschi di castagni della Brughiera. Al termine dell’escursione è possibile visitare il Santuario mariano Nostra Signora della Brughiera (XV e XVII sec), fra i più importanti del Piemonte.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA su www.overalp.com Tariffe: Intera 12 euro. Ridotti 10, ragazzi 8 euro. Bambini: gratuito. Orari: 10.30 e 14.30. Info: +39.015.0990725 – 349 6252576 – overalp@overalp.com Ritrovo: Ristorante Il Castagneto

Passeggiate accompagnate “a 6 zampe”

Domenica 18 ottobre
Dog Trekking con castagnata

Una passeggiata in natura in compagnia di Theodora Breganzioli, dog trainer. Ritrovo alle ore 9.45 a Bocchetto Sessera per un tragitto di circa 10 km di media difficoltà con castagnata lungo il percorso e pranzo al sacco.

Forest Therapy

Sabato e Domenica 10/11 e 17/18 ottobre
Forest Therapy: Oasi Zegna, lo spettacolo del Foliage d’autunno.

Alla disciplina dello Shinrin-Yoku o Forest Therapy Con(t)atto Naturale – Forest Therapy Piemonte dedica due fine settimana nell’Oasi Zegna con passeggiate, bagno di gong nella foresta e pratiche meditative in profonda connessione con la natura per liberare le tensioni e ritrovare il “centro”, portando benessere a corpo e mente. Attraverso la camminata sensibile ci si connetterà con l’energia della Terra (il piede contiene più di 200mila frammentazioni nervose e camminare in natura migliora l’equilibrio energetico del corpo), andando a produrre effetti benefici sulla circolazione sanguigna. Si sperimenteranno la pratica dell’abbraccio dell’albero e altre connessioni con la natura (recenti studi hanno confermato che il campo elettromagnetico di alcuni alberi – ad esempio Faggi – influisce positivamente sullo stato energetico degli organi del corpo umano).
Shinrin-Yoku o Forest Therapy è una pratica nata in Giappone nel 1982, come parte di un programma sanitario nazionale istituito per ridurre i livelli di stress della popolazione. Questa pratica è oggi a ragione annoverata tra le terapie preventive per la salute umana e si sta rapidamente diffondendo nel mondo. Un’immersione nella natura per apprezzarne appieno i profumi, i colori e i suoni e per apportare beneficio a corpo e mente. Tale pratica è in grado dopo sole tre ore di alleviare lo stress, stimolare la concentrazione e la memoria, aiutare a dormire meglio, potenziare il sistema immunitario, infonde energia e porta vigore.

INFO E PRENOTAZIONI (OBBLIGATORIA ENTRO L’8 OTTOBRE)
Eugenio Berardi +39 3481847670

E-mail: info@foresttherapypiemonte.it
Ritrovo: Bocchetto Sessera

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno