Finta invalida? No, è cieca sul serio

Finta invalida? No, è cieca sul serio
12 Febbraio 2015 ore 11:16

«Dichiaro il non luogo a procedere perché il fatto non sussiste». Con queste parole, l’altra mattina, il giudice del Tribunale di Matera ha prosciolto con formula piena la donna di 55 anni di Biella accusata di essere una finta cieca e d’aver percepito la pensione d’invalidità in modo illegittimo. La finta cieca che per la Guardia di finanza ci vedeva benissimo, è cieca sul serio. La donna è malata sul serio di una patologia nota come “retinite pigmentosa”, una malattia genetica dell’occhio.

SERVIZIO COMPLETO E IN ESCLUSIVA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA OGGI

«Dichiaro il non luogo a procedere perché il fatto non sussiste». Con queste parole, l’altra mattina, il giudice del Tribunale di Matera ha prosciolto con formula piena la donna di 55 anni di Biella accusata di essere una finta cieca e d’aver percepito la pensione d’invalidità in modo illegittimo. La finta cieca che per la Guardia di finanza ci vedeva benissimo, è cieca sul serio. La donna è malata sul serio di una patologia nota come “retinite pigmentosa”, una malattia genetica dell’occhio.

SERVIZIO COMPLETO E IN ESCLUSIVA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA OGGI

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità